Salute a tavola. I buoni propositi

0
45
selection of healthy food

Poche settimane fa avete probabilmente formulato progetti virtuosi per l’anno che stava per iniziare. Un rito, quello dei buoni propositi, al quale ci sottoponiamo volentieri all’avvio di un nuovo ciclo, anche per lasciarci alle spalle le cose brutte e dare spazio alla speranza. Siamo in un periodo dell’anno che si colloca alle soglie di un nuovo ciclo vitale, testimoniato dalle prime avvisaglie del risveglio della vita e della luce, ancora una volta vittoriose sul buio e sul freddo invernali.

Febbraio è dunque ancora un tempo propizio per rispolverare alcune indicazioni che arrivano dall’Organizzazione mondiale della sanità e che possono orientare al meglio le nostre scelte nei prossimi mesi. L’invito dell’Oms è esplicito: «Qualunque sia il tuo progetto per l’anno nuovo, una svolta salutare nelle tue abitudini alimentari non potrà che farti bene». L’Oms entra nel dettaglio suggerendo cinque semplici linee-guida: cibo variato, poco sale, pochi grassi, poco zucchero, poco alcol.

Nessun singolo alimento contiene tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno. Le nostre diete devono quindi contenere una grande varietà di cibi freschi e nutrienti. Mangiate ogni giorno cereali integrali, legumi, molta frutta fresca e verdura di stagione. Se non siete vegetariani, scegliete carni magre o pesce una-due volte la settimana. Troppo zucchero non solo è dannoso per i nostri denti, ma aumenta il rischio di obesità e di infiammazione, due condizioni che favoriscono molti altri gravi problemi di salute.
Attenzione, dunque, ai dolci industriali e alle bevande dolcificate, ai succhi di frutta e in genere alle bevande pronte (il tè in brick o la camomilla in polvere da sciogliere in acqua calda, ad esempio), troppo ricche di zucchero.

Infine, l’Oms avverte che non esiste un livello sicuro di assunzione di alcol. Per qualcuno anche bassi livelli di consumo di bevande alcoliche possono causare rischi per la salute. La prudenza e il buon senso sono d’obbligo.