La musica al tempo del coronavirus. Una nota tira l’altra #13

0
342

Pochi sanno che la canzone “Fra’ Martino campanaro”, il cui nome originale francese è “Frère Jaques”, famosa in tutto il mondo, è stata di recente attribuita a Jean-Philippe Rameau, il compositore francese tra 600 e 700 di cui abbiamo già ascoltato un brando da Les Indes galantes (vedi Una nota tira l’altra n. 4). Tra le tantissime versioni della filastrocca per bambini ve ne proponiamo una solo strumentale scritta a canone (composizione in cui il tema si ripete e sovrappone sfalsato nel tempo) che richiama lo stile settecentesco. Si tratta, come sappiamo di una melodia facile e allegra, con cui in genere si impara a suonare il flauto dolce o a cantare in coro.
Ascolta il brano

Poco più di 100 anni dopo Gustav Mahler, direttore d’orchestra e poi tra i più grandi compositori musicali tra ‘800 e ‘900 utilizzerà la melodia di Fra’ Martino nel terzo movimento della sua prima sinfonia in re minore “Il Titano”. Mahler userà ancora la forma del canone ma gli basterà suonare la melodia in chiave minore per trasformarla addirittura in una marcia funebre. Alla fine l’effetto del suono è strano, a metà tra la melodia struggente e la parodia. Claudio Abbado raccontava che da ragazzo, a Vienna, aveva assistito per strada a un funerale con tanto di banda e che l’insieme degli strumenti e dei suoni gli aveva subito ricordato la sonorità particolare di Mahler. Vi proponiamo qui il terzo movimento diretto da Christoph Eschenbach.
Ascolta il brano

Restiamo a Mahler. Il musicista diceva di sé “Sono tre volte senza patria: un boemo tra gli austriaci, un austriaco tra i tedeschi e un ebreo tra i popoli di tutto il mondo”. Forse anche per questo cosmopolitismo ha creato musica universale. Mahler è in grado di essere lieve e quasi scherzare con le note che scrive ma sa anche emozionare totalmente l’ascoltatore in una visione riflessiva sull’esistenza. Come musica lieve e scherzosa vi proponiamo il coro per fanciulli “Bimm Bamm. Cosa mi dicono gli angeli” delle sinfonia n. 3 in re minore, prima esecuzione nel 1902.  Tratto dal poema Des Knaben Wunderhorn (Il corno magico del fanciullo).
Ascolta il brano

Come esempio di musica in cui Mahler vuole rivolgersi all’intera umanità e al suo destino vi proponiamo il movimento finale adagio sempre della terza sinfonia eseguita da Claudio Abbado e dall’Orchestra di Lucerna il 20 agosto del 2007. Curiosità: la terza di Mahler è la sinfonia più lunga mai scritta nella storia (oltre un’ora e mezza di musica eseguita da un’orchestra colossale, cori e cantanti soliste).
Ascolta il brano