Servizi pubblici. Anziani, e non solo, a rischio. Ne parliamo martedì 21 a Roma

0
177
la funzione pubblica in italia

Cosa è, cosa è stata e cosa debba essere la pubblica amministrazione in Italia è una questione complessa. E altrettanto complessa è l’organizzazione che i lavoratori del comparto pubblico si sono dati in più di un secolo di storia. È il tema del libro di Paolo Nerozzi “La funzione pubblica in Italia” che la casa editrice LiberEtà ha recentemente dato alle stampe, in collaborazione con il sindacato dei pensionati della Cgil e l’Alta scuola Spi Luciano Lama. Il volume verrà presentato martedì 21 maggio a Roma alle ore 10.

All’iniziativa prenderanno parte anche Franco Bassanini, ex ministro della funzione pubblica nonché artefice di una delle più importanti riforme del settore, il segretario generale del sindacato dei pensionati Cgil Ivan Pedretti, la segretaria generale dei lavoratori del comparto pubblico della Cgil Serena Sorrentino e la senatrice Pd Valeria Fedeli. Insieme all’autore, interverranno anche Maurizio Fabbri, coordinatore dell’Alta scuola Spi, e Francesco Perrone, autore dell’introduzione del volume.

La presentazione sarà anche l’occasione per commentare le ultime novità, dal disegno di legge “concretezza” voluto dal Ministro Giulia Bongiorno, aspramente criticato dai sindacati Cgil, Cisl e Uil, al nuovo piano assunzioni approvato ieri, dopo le proteste degli stessi sindacati che hanno denunciato la situazione difficile in cui versano i servizi pubblici. Manca il personale, dalla sanità ai servizi sociali alla scuola. Gli anziani e le persone non autosufficienti sono i primi a farne le spese. Pensiamo alla drammatica situazione delle liste d’attesa. Ma il problema tocca tutti i cittadini. Pensiamo soltanto che nei prossimi tre-quattro anni, 500 mila dipendenti potrebbero andare in pensione. Per questo i sindacati chiedono un investimento serio sul lavoro e un piano di reclutamento che possa garantire servizi adeguati.

Tra i temi che verranno affrontati durante l’iniziativa ci sarà proprio quello del ruolo del sindacato nella funzione pubblica che Paolo Nerozzi affronta nel libro con rigore scientifico e taglio divulgativo. Prendendo le mosse anche dalla sua personale esperienza decennale come dirigente sindacale del comparto pubblico (segretario generale della funzione pubblica) e non solo (è stato senatore della Repubblica nella XVI legislatura), l’autore incrocia abilmente l’approccio storiografico a quelli sociologico e politologico, fornendoci un quadro chiaro della situazione e delineando le sfide che il sindacato è chiamato ad affrontare come attore di sviluppo e cambiamento della pubblica amministrazione.