sabato 25 Giugno 2022

Il volo del pettirosso

Alvise Fretti in , , Pagine: 136

Prezzo:  12,50
Torna indietro

Un padre alcolizzato, la moglie amata che muore troppo presto, una figlia che torna nella casa dei genitori dopo essere stata abbandonata dal compagno mentre è incinta, e una nipotina costretta in carrozzina dopo un incidente. Come si fa a cambiare un destino che lancia dadi così poco fortunati? Antenore, protagonista del racconto, non è certo un eroe: dalla sua ha solo un carattere mite e un amore sincero per i libri e la poesia. Ma sarà proprio con queste chiavi che riuscirà a superare i tornanti più duri che la vita gli pone dinanzi; a disegnare l’affresco di un’esistenza fatta di giorni normali ma non per questo grigi; a scoprire che nessuno è inutile e che l’ironia può rivelarsi un potente antidoto anche di fronte alle avversità.

Secondo me, per essere felici, bisogna solo vivere fino in fondo tutte le cose belle che hai. Non serve per niente stravolgersi. Anzi, caso mai il contrario. Come ti stavo dicendo, le ubriacature te le dimentichi. I momenti vissuti bene, invece, ti restano dentro per sempre“.

Il libro ha vinto l’edizione 2022 del Premio letterario LiberEtà.

Alvise Fretti è nato a Verona nel 1953. Fin da giovanissimo, comincia quello che lui stesso defi nisce “il vizio di scrivere”. Dopo varie esperienze lavorative, nel 1979 diventa autoferrotranviere. Nel 2005 frequenta alcuni corsi presso la Società Letteraria di Verona. Con la pensione continua il suo impegno sociale e politico come volontario nel sindacato. Nel 2012 pubblica una sua prima raccolta di poesie intitolata “I sonetti della memoria. Impressioni metropolitane”.

Sfoglia il nostro catalogo libri

- Advertisement -

Più letti