Pastasciutta antifascista (anche virtuale) per i fratelli Cervi

0
576

Il Covid non ferma le celebrazioni antifasciste. Ogni anno il 25 luglio si celebra la caduta del regime per onorare la memoria dei fratelli Cervi, trucidati nel dicembre del 1943 a Reggio Emilia. Questa volta, però, oltre alle spaghettate dal vivo organizzate in tutta Italia anche dal sindacato dei pensionati della Cgil, che aderisce da anni all’iniziativa, la festa sarà anche sui social con le foto dei piatti di spaghetti e sugo rosso.

Al contrario degli anni passati, infatti, la cerimonia, che ha sempre visto una grande partecipazione su tutto il territorio nazionale, complice le misure anti Covid, sarà anche virtuale, ma gli ideali figli della Resistenza coinvolgeranno comunque migliaia di persone. “Daremo vita, idealmente, ad un’unica piazza”, si legge sul sito dell’Anpi. “Quella dell’Italia, che ripudia il fascismo e il razzismo e dice un SÌ forte, corale e diffuso alla Costituzione e alla democrazia nate dalla Resistenza”.

L’Istituto Alcide Cervi, capofila delle celebrazioni, ha pensato anche ai più piccoli con un disegno ufficiale dell’illustratrice Valeria Cavallini  che i più piccoli sono invitati a colorare e a fotografare, inviando poi gli scatti sui social.

La festa in presenza si terrà a Reggio Emilia e in molte altre piazze d’Italia ma in versione ridotta solo per persone prenotate. A Reggio Emilia Festa inizierà alle ore 18 e la pastasciutta inizierà ad essere distribuita alle 20. Dopo i saluti istituzionali e la premiazione del Festival Teatrale di Resistenza, l’intervista a Antonella De Miro, ex Prefetto di Palermo e Reggio Emilia, lo spettacolo “La Pianura è un Foglio Bianco” di Marco Sforza e Elisa Lolli. A seguire, il DJ set di Mark Bee.

Nella piazza virtuale invece tutti i cittadini sono stati invitati a postare domani, sabato 25 luglio, la foto del loro piatto tramite l’hashtag #pastaliberatutti e #pastachallenge taggando l’istituto Cervi (@istitutocervi).

Qui tutte le informazioni