LiberEtà al festival di Venezia con Bookciack, Azione! 2020

0
209

A settembre, tra i protagonisti della giornata di pre-apertura del Festival del cinema di Venezia ci sarà anche LiberEtà. La casa editrice dello Spi Cgil sarà presente all’evento-concorso Bookciak, Azione! 2020 con un libro, Le vite di Emma, scritto da Ave Govi. Il premio Bookciak, ideato e diretto da Gabriella Gallozzi, celebra l’intreccio tra cinema e letteratura attraverso corti e graphic novel ispirati a romanzi realizzati da giovani filmmaker.

Con Le vite di Emma, storia di emancipazione femminile nel mondo contadino degli anni Cinquanta, Ave Govi ha vinto della 21° edizione del Premio letterario LiberEtà. Il romanzo, tradotto nel linguaggio cinematografico, parteciperà alla sezione speciale Memory Ciak, tradizionale appuntamento del premio con i temi del lavoro, della solidarietà e dell’inclusione sociale realizzato in collaborazione con Spi Cgil e quest’anno anche con il Premio Zavattini.

La premiazione, con Alessandro Mannarino presidente di Giuria, si svolgerà il 1° settembre al Lido di Venezia durante la tradizionale serata di benvenuto alla stampa – nell’assoluto rispetto delle normative di sicurezza –, ospite questa volta di Isola Edipo, realtà culturale nata nel segno e nella memoria di Pasolini assiduo frequentatore del veliero ormeggiato ad hoc durante la Mostra. Dopo la prima veneziana i bookciak premiati andranno in tour per festival fino ad approdare a Parigi.

In un anno così difficile segnato dalla pandemia Bookciak, Azione! ha scelto la vitalità musicale di un cantautore fuori dagli schemi come Mannarino, affiancato nella scelta dei vincitori da Wilma Labate, Teresa Marchesi e Gianluca Arcopinto, rappresentanti della giuria permanente di Bookciak, Azione!

Consapevoli, inoltre, del dramma epocale causato dal Covid il concorso ha lanciato la sezione speciale, Fuori sala, per non voltare pagina, semplicemente, su quanto accaduto all’intero pianeta, ma riflettere con sguardo diverso sul futuro. Una riflessione-sperimentazione a partire da Gli occhi degli alberi e la visione delle nuvole di Chicca Gagliardo e Massimiliano Tappari (Hacca edizioni, 2016), una raccolta di piccoli flash, delle brevi voci enciclopediche, con altrettante foto, per andare a scoprire storie nascoste intorno a noi.

Scelti come sempre fra le piccole case editrici indipendenti gli altri titoli che hanno ispirato i bookciak di questa nona edizione sono: i racconti di Alessandro Capponi, Gli effetti invisibili del nuoto (Hacca edizioni 2020) in uscita nelle librerie il 10 settembre, che narrano di una piccola piscina di periferia dove scorrono le persone, i pensieri, le acque e gli eventi.

Il nuovo romanzo di Carola Susani, Terrapiena (minimum fax 2020), una favola nera nella Sicilia dei ’70, tra baraccopoli e luminose utopie di giustizia. Il graphic novel di Luciana Cimino e Sergio Algozzino, Nellie Bly (Tunué 2019) dedicato alla prima giornalista investigativa americana di fine Ottocento.

E, ancora, Le vite di Emma di Ave Govi (LiberEtà), che è il romanzo della sezione speciale Memory Ciak.

Completa il programma di Bookciak, Azione! la sezione speciale dedicata alle allieve-detenute del liceo artistico Enzo Rossi interno al carcere romano di Rebibbia, di Roma che, anche quest’anno, nonostante le maggiori difficoltà causate dalla pandemia negli istituti penitenziari, hanno dato voci e volto alla loro creatività.

I bookciak vincitori saranno proiettati la sera del 1° settembre alla presenza di Mannarino, dei giurati, degli scrittori e dei giovani concorrenti.

Il premio, dopo la prima veneziana, porterà in tour i bookciak vincitori attraverso un prezioso circuito di festival (Solinas, Festival Premio Emilio Lussu, Festa Cinema del reale, Le giornate della Luce, Cinema iDEA) che quest’anno toccherà anche Parigi (Vo-VF. Le monde en livres).

Bookciak, Azione! è prodotto dall’Associazione culturale Calipso, Bookciak Magazine, col sostegno di Mibact, MIAC, 8 e 1/2, Spi-CGIL, LiberEtà, Regione Lazio. In collaborazione con Giornate degli Autori, SNGCI, ANAC, Premio Zavattini, FICC, Nel Blu Studios. Con il patrocinio di Biblioteche di Roma. RAI è media partner.