Truffe hi tech. Arrivano multe per Samsung e Apple

0
257
truffe e tecnologia

L’autorità garante della concorrenza e del mercato nell’ottobre scorso ha multato Samsung e Apple per cinque e dieci milioni di euro (l’azienda della mela ha incassato una sanzione più elevata perché non ha correttamente informato gli utenti della deteriorabilità delle sue batterie agli ioni di litio). L’antitrust ha riconosciuto i due colossi dell’hi-tech colpevoli di aver guidato i consumatori allo scaricamento di aggiornamento dei propri sistemi operativi che, però, avrebbero rallentato di molto gli smartphone in loro possesso rendendoli “vecchi” e accelerandone, di fatto, la sostituzione con modelli più nuovi. È stata la prima volta che un’autorità italiana si è pronunciata in modo esplicito contro l’obsolescenza programmata. «Gli aggiornamenti dei software – sostiene nella sentenza l’antitrust – hanno provocato gravi disfunzioni e ridotto in modo significativo le prestazioni e oltre tutto sono stati in qualche modo fortemente consigliati senza però fornire informazioni adeguate su ciò che sarebbe cambiato e senza disporre di una funzionalità che permettesse di tornare sui propri passi».