La mia gatta Bettina

0
1110

Fu un giorno di diciassette anni fa che Bettina entrò, spaventata, nella nostra casa. Era già adulta, poco più di un anno di età, con esperienze tristi alle spalle. Era stata adottata da cucciola, da una famiglia che “un gatto è un gatto” (…). Poi, l’abbandono: incinta e tutta pelle e ossa, aveva trovato rifugio e cure in uno studio veterinario, dove ingrassò e partorì in pace i suoi micini. E quando questi furono svezzati e dati in adozione, la veterinaria, un’amica, mi invitò a prenderla con me. Quando entrò in questo nuovo ambiente, Bettina dapprima fu molto diffidente. I primi giorni visse sotto una poltrona poi prese confidenza. Sono passati tanti anni, Bettina è ormai anziana, con qualche acciacchetto, e non esce quasi più. Chissà se nella sua zucchetta pelosa conserva ancora il ricordo delle disavventure.

Grazie ad Anna Pizzetti di Grosseto per questa storia!

Avete un aneddoto, un racconto che riguarda il vostro animale? Inviateli a redazione@libereta.it