La simpatica Grisù

0
893

Musetto bianco e grigio, corpo longilineo, zampe esili e lunghe, mantello grigio-bianco a macchie. «Mi raccomando, trattala con cura e falle compagnia» mi dissero i ragazzi prima di partire per le vacanze. Fu così che cominciai ad apprezzare le qualità di Grisù.

Dopo alcuni giorni che la accudivo mi accorsi che comunicava con me con piccoli miagolii girando la testa di lato verso l’alto come a dire: «Attento sto per dirti qualcosa». Mi ha colpito il suo modo di camminare dinoccolato. Simpatica e anche un po’ ruffiana. Ora i ragazzi sono tornati e lei è tornata alla sua solita vita. Quando racconto di questa bella esperienza ad amici e conoscenti mi rispondono con un sorriso ironico: «Cosa sarà mai, sono cose che qualsiasi gatto fa», ma quando spiego loro com’è Grisù il sorriso sparisce di colpo. Sì perché Grisù è una gattina cieca.

Grazie a Giampaolo Devigili per la sua storia, per inviarcene delle altre scrivete a redazione@libereta.it