Shoah. Il dovere della memoria

0
219
L’abbraccio tra un detenuto nel campo di concentramento di Auschwitz e il soldato russo che lo libera quel 27 gennaio del 1945 dice più di qualunque parola. Non dimentichiamo le vittime della Shoah che negazionisti di tutti i tempi non vorrebbero fossero mai esistite. Combattere i pregiudizi e coltivare la memoria è un dovere.
Come hanno fatto gli alunni della Scuola Primaria Rosalba Carriera di Roma che hanno realizzato un cortometraggio per la XIX edizione del Concorso “I giovani ricordano la Shoah”. Il cortometraggio ripercorre alcuni momenti della vita della senatrice Liliana Segre.

Anche così si esercita la memoria.