Grigio e Zoe

0
1062

Zoe è la cagna di mio figlio. È buona e mansueta, ma quando sente un miagolio, per il gatto non c’è speranza. Quando ci toccò tenerla per un po’ di tempo, sia io che mio marito eravamo terrorizzati che al nostro amato gattino, Grigio, potesse succedere qualcosa di spiacevole. Un giorno mio fratello, che adora i cani ed è un esperto, decise di metterli alla prova e ci propose di lasciarli liberi nel prato, stando attenti alle reazioni. Non dimenticherò mai la scena. Il gatto guardò il cane e con aria di sfida sembrava dirgli: prova ad avvicinarti, questa è casa mia. E a un tratto Grigio prese la ricorsa e corse verso il cane che pieno di paura scappò e venne a nascondersi dietro di noi. Fu una liberazione! Ora girano liberi per il giardino, un po’ diffidenti, ma fa parte della loro natura. Io credo che si cerchino. Ma il nostro Grigio rimane pur sempre il padrone di casa.

Grazie a Teresa Boaga (Piove di Sacco, Pd)

Avete un aneddoto, un racconto che riguarda il vostro animale? Inviatelo a redazione@libereta.it!