Abruzzo. Manifestazione Cgil, Cisl e Uil contro i tagli a sanità e politiche sociali

0
1264

Mentre Governo e Regioni hanno deciso di tagliare ancora risorse al Fondo sanitario nazionale e al Fondo per le politiche sociali e della non autosufficienza, in Abruzzo il sistema sanitario e dell’assistenza è addirittura assente nei territori. Questa la denuncia di Cgil, Cisl e Uil Abruzzo che sabato 29 aprile, a Pescara, promuovono una manifestazione regionale. Appuntamento in piazza Alessandrini, alle 9,30.

Oltre 15 mila famiglie abruzzesi, affermano le tre organizzazioni sindacali, sono scese al di sotto della soglia di povertà mentre aumenta il numero di coloro che rinunciano alle cure sanitarie. Questo mentre la Regione taglia di oltre 50 milioni i fondi destinati alle politiche sociali – dal fondo sulla non autosufficienza ai libri di testo, dall’edilizia scolastica al trasporto e cura dei disabili. Infine, si taglia sulla sanità pubblica e si bloccano le assunzioni sul personale delle Asl.

Cgil, Cisl e Uil propongono invece interventi decisi per tagliare gli sprechi e un piano  di “medicina territoriale” con investimenti certi e misurabili.