giovedì 13 Dic 2018

I miei quaderni

Carla Cantone (Autore) in Pagine: Collana: 100 e più

Prezzo:  12,00
Torna indietro

I racconti descritti da Carla Cantone rappresentano la vita, i sentimenti, le sofferenze, ma anche le gioie di migliaia di sindacalisti e militanti che hanno spesso sacrificato i loro affetti, le loro famigli, i loro figli e i loro interessi personali, lottando per migliorare le condizioni di milioni di lavoratori e pensionati. Lo hanno fatto con passione, mossi da idee e valori profondi, come quelli di giustizia, di libertà, di uguaglianza. Quelle persone, i loro spaccati di vita, sono il filo conduttore della grande storia della Cgil, una storia costruita da tante persone, da vicende ed esperienze diverse tra loro, ma che si legano da una comune e profonda appartenenza al movimento operaio e dei lavoratori.

«Ironia, dolori, paure, felicità preoccupazioni e delusioni  ma mai rassegnazione. Sono i sentimenti che si incontrano nella lettura di ciò che avevo conservato nei tanti quaderni che ho scritto in questi anni». 

 

Carla Cantone dopo aver portato a termine gli studi in psicopedagogia e aver lavorato all’Ospedale Policlinico di Pavia, nel 1971 inizia la sua carriera sindacale in Cgil. A dicembre del 1992 viene eletta Segretario generale della storica Fillea Cgil: incarico che la impegnerа fino al 2000, anno del suo ingresso nella Segreteria nazionale della Cgil, dove assumerà anche il ruolo di responsabile dell’organizzazione. Il Direttivo nazionale dello Spi Cgil, l’11 giugno 2008, la elegge Segretario generale della categoria. Nel settembre del 2015 viene eletta Segretario generale della Ferpa, il sindacato europeo dei pensionati e delle persone anziane.

- Advertisement -

Più letti