Torna la Festa di LiberEtà. Dal 15 al 17 giugno a Bologna

0
999

Un ricco parterre di ospiti e molti eventi alla Festa nazionale del nostro giornale, che ritorna dal vivo dopo due anni di stop. Il 15 le premiazioni dei Liberattivi e dei tre concorsi 2022. Il 17 giugno, manifestazione nazionale “Pace, redditi, non autosufficienza” con Maurizio Landini e Ivan Pedretti. 

Un programma ricco di incontri, dibattiti, premiazioni, concerti, un ristorante che servirà centinaia di pasti al giorno e degustazioni, e una manifestazione su pace, redditi e non autosufficienza con il segretario generale della Cgil Maurizio Landini e il segretario dei pensionati, Ivan Pedretti.

Dopo due anni di stop a causa della pandemia, torna finalmente la Festa di LiberEtà, che quest’anno si terrà il 15-16 e 17 giugno al Parco della Montagnola di Bologna, a pochi passi dalla stazione centrale.

La Festa sarà preceduta, in mattinata, da un incontro tra una delegazione composta da rappresentanti del sindacato e del nostro mensile con il sindaco di Bologna, Matteo Lepore presso la sede dell’amministrazione comunale.

Il programma della Festa

Mercoledì 15 giugno. L’evento vero e proprio si aprirà alle 16 del 15 giugno con gli interventi del sindaco Lepore, della segretaria dello Spi Cgil di Bologna Antonella Raspadori e del segretario generale dello Spi Cgil nazionale Ivan Pedretti.

A seguire si terranno le premiazioni dei tre concorsi promossi da LiberEtà per l’anno 2022: il Premio letterario, il Premio Guido Rossa e Spi stories, la rassegna di cortometraggi che quest’anno compie dieci anni, e infine saranno premiati i Liberattivi, gli attivisti dello Spi che si sono distinti nella diffusione del giornale. Titolo generale dei premi, quest’anno, è “La cura”.

In serata il concerto di Alexian Santino Spinelli e dell’Orchestra europea per la pace.

Giovedì 16 giugno. Il secondo giorno alle ore 17 si terrà invece il dibattito “Guerra e pace. Quale futuro per l’Europa”, moderato dalla direttrice di Left, Simona Maggiorelli e a cui parteciperanno l’eurodeputato Brando Benifei, la vicepresidente della Regione Emilia-Romagna Elly Schlein, l’Arcivescovo di Bologna e Presidente della Cei mons. Matteo Zuppi, il segretario generale dello Spi Cgil nazionale Ivan Pedretti e il segretario generale della Cgil nazionale Maurizio Landini.

In serata il concerto di Alberto Bertoli.

Venerdì 17 giugno. dalle ore 10 del 17 si terrà infine la manifestazione nazionale “Pace, redditi, non autosufficienza”, con gli interventi del segretario generale dello Spi-Cgil nazionale, Ivan Pedretti e del segretario generale della Cgil nazionale, Maurizio Landini.

Nel pomeriggio il dibattito “1922-2022. Oggi come ieri: giù le mani dalle Camere del Lavoro!”, con l’introduzione del segretario generale dello Spi-Cgil Emilia-Romagna Raffaele Atti e gli interventi della presidente Anpi Bologna e vicepresidente Anpi nazionale Anna Cocchi, di Giulia Troiana della Rete degli studenti medi dell’Emilia-Romagna, del segretario generale della Cgil Emilia-Romagna Massimo Bussandri e del segretario generale dello Spi Cgil nazionale Ivan Pedretti.

Chiude la tre giorni il concerto di Mirko Casadei.

Scarica il programma completo