Spi Stories 2022. Primo posto a “Look Around” di Giuseppe Ferlito

0
728

Un film sul disagio giovanile e su quanto sia difficile accorgersi delle sofferenze altrui. Look Around il cortometraggio portato in concorso dal padovano Giuseppe Ferlito si è aggiudicato l’edizione 2022 del nostro concorso di cortomentraggi Spi Stories.

«Per aver reso visibile, utilizzando in modo sapiente il mezzo cinematografico in tutte le sue potenzialità – sceneggiatura, regia, montaggio e musica – quello che visibile non è: l’indifferenza, la superficialità, l’egoismo e la pigrizia del nostro sguardo. Attento alle piccole tragedie quotidiane e insensibile a ciò che è veramente importante» questa la motivazione con cui la giuria ha decretato vincitore il cortometraggio di Ferlito. Le motivazioni sono state lette dal presidente di giuria, lo sceneggiatore Salvatore De Mola durante la premiazione. Ricordiamo che la giuria quest’anno era composta dalla regista Milena Cocozza, Miriam Broglia, amministratrice delegata di LiberEtà e da Andrea Dorigo, regista televisivo.

Guarda il cortometraggio vincitore di Spi Stories 2022

Rivedi la diretta con tutte le premiazioni della giornata del 15 giugno a Bologna per la Festa di LiberEtà nazionale e la parte dedicata a “La Cura”, Premi di Liberetà 2022 cliccando qui

Giuseppe Ferlito – Biografia

Il regista, sceneggiatore e pittore Giuseppe Ferlito nasce a Padova il 3 Settembre 1975. Dopo la laurea in Scienze Politiche presso l’Università di Padova, si trasferisce a Milano, dove segue un master in produzione cinematografica e televisiva. Inizia a lavorare come freelance in case di produzione milanesi che si occupano della realizzazione di spot pubblicitari e videoclip. Successivamente si sposta a Roma dove inizia a lavorare nel cinema prima come assistente alla regia e poi come primo aiuto. Muove i primi passi nel cinema Italiano lavorando principalmente a Cinecittà ed in seguito collaborando in produzioni estere.
Dopo circa dieci anni di esperienza in film diretti da registi come Olmi, Sodebergh, Joffé, Vanzina, Salemme e Martinelli, nel 2010 esordisce come sceneggiatore in Spagna scrivendo insieme all’attore/regista Jordi Mollà la sceneggiatura di “88” per la regia dello stesso Mollà: film prodotto da Media Films e del quale Ferlito sarà anche regista della seconda unità.
Il Film, ”88” , girato interamente a Barcellona, utilizza uno stile visivo e narrativo caratterizzato da una forte componente surrealista, con sequenze angosciose e oniriche. Debutta nel 2012 alla regia col film drammatico “Presto farà giorno” scritto da lui stesso, coprodotto da Rai Cinema e dalla Settima Entertainment. Il film, girato interamente a Roma, affronta temi sociali delicati come droga e anoressia; racconta la storia di tre personaggi che con le loro fragilità e insicurezze rincorrono il bisogno di affermare la propria identità. “Presto farà giorno” vincerà nel 2014 il premio “Menzione Speciale” all’ Ariano International Film Festival. In concomitanza della 72esima Mostra del cinema di Venezia, al Cinema Veneto Leone di vetro 2015, Ferlito ottiene il premio “Leone di vetro” nella categoria, eccellenze venete nel cinema, per la regia innovativa.
Nel 2016 scrive insieme all’attore/regista Jordi Mollà la sceneggiatura di “Duelo” e dirige la seconda unita del film “Red Land” prodotto dalla Venice Film. Nel 2017 scrive e dirige il cortometraggio “In soccorso al tempo” prodotto da Kublai Film e dirige lo spot pubblicitario “Un’ambulanza per Padova” prodotto sempre da Kublai Film.