Spi Cgil, nella Nota al Def si dimenticano i pensionati

0
262

Il sindacato dei pensionati Cgil si dice preoccupato rispetto a quanto contenuto nella Nota di aggiornamento al Def. “Reddito, tasse e sanità dei pensionati sono stati totalmente dimenticati”, dice Ivan Pedretti, il segretario generale dello Spi Cgil, sulla sua pagina Facebook.

La delega fiscale non prevede nessuna riduzione delle tasse ai pensionati che, secondo lo Spi Cgil, sarebbero quelli che pagano più tasse di tutti, “anche più dei lavoratori dipendenti a parità di reddito. Uno squilibrio divenuto insostenibile che andrebbe sanato”, dice Pedretti.

Anche sulle pensioni il sindacato avanza delle richieste precise: “Sulle pensioni – continua il segretario generale dello Spi – grava un silenzio incomprensibile non solo sulla flessibilità in uscita ma anche sul sostegno al reddito di milioni di persone che sono già in pensione, la maggior parte dei quali hanno redditi bassi o bassissimi”.

E poi c’è la partita, importantissima, della legge sulla non autosufficienza. Anche su questo fronte il sindacato attende da tempo risposte concrete, soprattutto tenendo conto delle difficoltà acuite dall’emergenza pandemica: “Di fronte a una pandemia che ha provocato oltre 130mila morti serve con urgenza una legge nazionale che riformi nel profondo il nostro sistema socio-sanitario”, ha concluso Pedretti.