Casa
La primavera è arrivata. Vero, dobbiamo restare in casa, c’è poco da rallegrarsi. Eppure un cielo azzurro è sempre un cielo azzurro, anche se lo possiamo osservare solo dalla finestra. E allora, quale migliore occasione dell’emergenza coronavirus per dedicarsi al famigerato cambio di stagione? Probabilmente c’è qualcuno che ora ha più tempo a disposizione, e quindi può dedicarsi a una delle attività più odiose che ci siano. Mettete la musica a tutto volume, la tortura vi sembrerà più breve.
Se invece non ne volete proprio sapere e siete disposti ad aspettare l’arrivo dell’estate, barcamenandovi come meglio potete tra ripiani e cassetti disordinati, potete sempre annotare su un quaderno le cose belle. Un esercizio mentale per scovare anche in giornate apparentemente piatte e tutte uguali, i piccoli dettagli, le sorprese, i cambiamenti impercettibili che costellano le nostre vite. Un modo per allenare la mente a vedere il bello, anche quando lo diamo definitivamente per spacciato. Se il quaderno lo volete realizzare con le vostre mani, sul web trovate una miriade di tutorial.

Letture, scritture, visioni
Se siete degli avidi lettori potete tuffarvi in due sistemi bibliotecari con i fiocchi, quello della Capitale e quello di Milano. Centinaia di migliaia di libri, riviste, file audio, ebook, album musicali, e molto altro ancora. Trovate tutto on line. La consultazione è semplice. Avete l’imbarazzo della scelta.
Biblioteche di Roma
Biblioteche di milano

Viaggi virtuali
Se sentite la mancanza della poltrona rossa e dell’ebrezza del buio che precede l’apertura del sipario, rifatevi con gli incontri on line organizzati dal Teatro di Roma. Tenete d’occhio la pagina facebook. Aggiornamenti quotidiani e appuntamenti settimanali. Favole, letture e molto altro ancora. Non perdetevi Massimo Popolizio che legge Leopardi! E se non sarete collegati al momento giusto, potete rivedere comodamente i video anche a performance finita.