Solidarietà dello Spi Cgil di Pistoia al popolo ucraino: donato un generatore di corrente da cinque Kw

0
116

«Siamo rimasti sbigottiti nel leggere che milioni di ucraini rischieranno di passare questi mesi invernali senza luce e riscaldamento. Ci siamo domandati cosa potessimo fare nel nostro piccolo e abbiamo deciso di donare al popolo ucraino un generatore di corrente così da rendere meno dura la sofferenza almeno a qualche famiglia. Lo sappiamo che è una piccola cosa, ma l’abbiamo fatta con il sentimento di chi considera la solidarietà non una parola vuota, ma un valore da praticare concretamente».

Il generatore che lo Spi di Pistoia ha donato alla popolazione ucrainaA raccontarlo in una nota sono i componenti della segreteria dei pensionati della Cgil di Pistoia che nei giorni scorsi hanno consegnato un generatore di corrente a Oxana Polataitchouk, referente del consolato ucraino a Firenze, con l’obiettivo di dare un aiuto pratico e far sentire la loro vicinanza a un popolo in sofferenza, costretto a subire le drammatiche conseguenze di una tragedia tanto assurda, quanto disumana, come la guerra.

 

 

Il ringraziamento del Consolato onorario dell’Ucraina è arrivato immediatamente in una lettera a firma della dottoressa Polataitchouk che ha ringraziato i pensionati della Cgil pistoiese «per il bellissimo ed estremamente necessario in questo momento regalo: il generatore di corrente, che permetterà di superare il freddo del nostro lungo inverno. É uno splendido dono – si legge -, un atto di solidarietà al popolo ucraino per le sue infrastrutture, ospedali, o scuole che siano. Sono un segno importante che davvero riconosciamo fraterno davanti all’invasione».