Torna il Premio Letterario di LiberEtà. Partecipate con le vostre storie

0
346

Non occorrono titoli di studio: basta avere una storia da raccontare. Un altro anno insieme a chi vuole condividere un’esperienza di vita, di lavoro, di passione politica, di impegno sociale. Le iscrizioni all’edizione 2019 del Premio Letterario di LiberEtà sono nuovamente aperte.

Siamo arrivati alla ventunesima edizione grazie alle centinaia di persone che hanno partecipato nel corso degli anni, inviandoci le loro storie, i loro diari, le loro memorie. Al bando del 2018 hanno risposto in tanti. La partecipazione non è mai stata così alta e variegata: da tutte le regioni sono arrivati novanta testi, a dimostrazione di quanto questo premio abbia esteso le proprie radici sul territorio nazionale e, in questa occasione, anche dall’altra parte dell’oceano.

Il comitato organizzatore ha selezionato otto racconti e li ha sottoposti al giudizio dei gruppi di lettura diffusi in tutta Italia composti da attivisti del sindacato, professori di scuola, studenti. La lettura ha selezionato tre racconti finalisti che sono stati valutati da una giuria tecnica. La stessa giuria, a ridosso dell’evento di premiazione, deciderà chi sarà il primo classificato. I tre finalisti (Renato Gorgoni, Ania Pignatti e Annamaria de Leda Pavchovich), infatti, verranno premiati entro la fine dell’anno a Roma. Il primo premio è la pubblicazione gratuita del proprio racconto con la casa editrice LiberEtà.

Intanto però ci prepariamo alla nuova edizione.

L’esercizio della memoria e la sua narrazione sono un fondamento essenziale per costruire relazioni positive fra le generazioni e consolidare la coesione sociale. Soprattutto se ad essere raccontate sono storie di lavoro e di impegno sociale e civile. Per queste ragioni il Premio di LiberEtà è promosso in collaborazione con l’Archivio Diaristico Nazionale di Pieve Santo Stefano. 

I racconti personali, le vicende che ognuno di noi ha vissuto in prima persona, sono un patrimonio collettivo preziosissimo che non può essere disperso. Per questo anche quest’anno rinnoviamo il nostro invito a partecipare al concorso letterario. Perché i decenni che abbiamo alle spalle sono stati caratterizzati da eventi grandiosi, tragici, epici, si sono distinti per grandi cambiamenti, enormi trasformazioni. Ognuno di noi, rispetto a ciò, ha qualcosa da raccontare. O magari ha già una storia nel cassetto che aspetta soltanto di essere tirata fuori.

Sul nostro sito si trovano tutte le informazioni e la scheda di partecipazione
Il concorso è aperto a tutti senza limiti di età e la partecipazione è gratuita. E allora che aspettate? Partecipate!