Liscio come l’olio. Attenzione alle essenze

0
189
olii essenziali, come usarli

Precauzioni. Mescolati a un bagnoschiuma per profumare l’acqua della vasca, diluiti in un olio vegetale per massaggiare il corpo, oppure sparsi direttamente nell’aria con un diffusore a bastoncini di legno: ecco i modi più diffusi per utilizzare le proprietà degli oli. Ma quali precauzioni bisogna prendere prima di usare in modo salutare gli estratti vegetali ultraconcentrati?  La prima, avvertono gli esperti, è utilizzare quelli di qualità bio, perché altrimenti potrebbero rivelarsi inefficienti o addirittura deleteri per la salute. Un’altra avvertenza è maneggiare con cura queste goccioline, anche quelle naturali al 100 per cento, perché agiscono sui linfociti. I medici ne sconsigliano l’uso durante la gravidanza.

Le ricerche. Nel frattempo cresce l’interesse della comunità scientifica nei confronti degli effetti di questi oli su alcune malattie. La ricercatrice inglese Elaine Pery ha dimostrato che con l’olio essenziale di melissa è possibile calmare l’agitazione da Alzheimer senza provocare ai pazienti effetti collaterali. Il dipartimento di geriatria dell’ospedale di Lugano, in Svizzera, invece, ha avviato uno studio su come usare gli oli essenziali in ospedale. Gli obiettivi, per ora, sono due: il controllo dei disturbi comportamentali (agitazione, deliri e aggressività) e quelli dell’umore e del sonno.

Istruzioni per l’uso. Ravintsara (immunostimolante), tea tree (antivirale), gaultheria (antinfiammatoria), niaouli (mucolitico), eucalipto (espettorante), lavanda (calmante), menta piperita (antalgica locale), limone (antibatterico). Ognuno di questi oli ha un’efficacia riconosciuta, a condizione però di seguire alcune raccomandazioni: mai iniettarseli, mai applicarli direttamente sulle mucose (naso, occhi, condotto uditivo eccetera), per gli allergici sottoporsi a un test prima dell’uso, mai usarli in modo prolungato e fare attenzione alle quantità usate. Una goccia equivale a 75 tazzine di tisana: si capisce bene quanto la posologia sia fondamentale.