L’interesse generale. Stato sociale, rappresentanza, comunità, complessità. Il numero di febbraio

0
366

Mancano pochi giorni all’appuntamento con il XXI congresso nazionale dello Spi Cgil e il numero di febbraio di LiberEtà apre proprio con “L’interesse generale” (clicca qui per l’anteprima), lo slogan che lo Spi ha scelto per questo appuntamento, declinato attraverso quattro parole chiave: stato sociale, rappresentanza, comunità, complessità. Ne abbiamo parlato con il segretario generale Ivan Pedretti, raccontando alcuni degli appuntamenti previsti – la mostra su Altan, ad esempio, per la quale LiberEtà edizioni sta curando il catalogo – e ricordando assieme a lui le sfide che attendono pensionati e pensionate. Come la difesa delle pensioni e l’iniquo taglio alla rivalutazione previsto dalla Legge di Bilancio 2023 che abbiamo spiegato per bene tra le prime pagine del giornale attraverso dati e numeri.

In questo numero raccontiamo l’Italia descritta dal rapporto Censis e il labirinto inestricabile che ci si trova ad affrontare per attivare il servizio di assistenza domiciliare per soggetti fragili nel nostro paese. Siamo divoratori di suolo? Sì, e ce lo dice l’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra). Parliamo del futuro nella medicina, incontrando il professor Annibale D’Annibale pioniere nell’applicazione della robotica in questo campo

Tra le pagine utili trovate i consigli sul come non cadere vittime di truffe di cuori da parte dei cosiddetti romance scammers e sul come riconoscere i codici Qr fasulli.

E ancora ecologia e ambiente e il progetto per ridurre i gas serra. Un approfondimento sull’osteoporosi che colpisce prevalentemente le donne e le pagine dedicate alla curiosità in medicina in cui spieghiamo il significato del termine “salasso” (antica pratica medica).

E molto altro! Buona lettura!

Per abbonarvi cliccate qui!