Le Feste di LiberEtà di settembre

0
178

Un settembre ricco di appuntamenti quello che attende pensionati e pensionate, con numerose occasioni di dibattito e incontri durante le feste di LiberEtà organizzate in ogni parte d’Italia. Ogni festa prevede l’approfondimento di un particolare tema caro alla platea delle persone anziane.

Venerdì 9 settembre l’appuntamento è a Terni con il segretario generale del sindacato dei pensionati della Cgil Ivan Pedretti: si parlerà di sanità pubblica assieme al segretario della Fp Cgil Medici Nazionale Andrea Filippi. Al confronto prenderanno parte anche Attilio Romanelli, segretario generale dello Spi Cgil Umbria, Claudio Cipolla, segretario generale della Camera del Lavoro di Terni, Maria Rita Paggio, segretaria generale dello Spi Cgil dell’Umbria e Andrea Filippi, segretario generale della Cgil Medici nazionale. La serata proseguirà poi con la musica di Enrico Capuano e Tammuriatarock.

Ad Amantea, in provincia di Cosenza, sempre il 9 settembre, si terrà una festa di LiberEtà dedicata al tema dell’accoglienza dal titolo “Il valore dell’accoglienza”: si parte alle 18 al parco della Grotta con i saluti di Laura Pagliaro, segretaria della lega Spi Cgil di Amantea. Si alterneranno poi gli interventi delle Camere del lavoro, dello Spi regionale, dell’Auser, di un mediatore culturale e del presidente dei medici volontari della regione Calabria.

Dal 12 al 16 settembre a Cattolica si terranno i Giochi di LiberEtà: organizzati dallo Spi Cgil di Milano, sono un momento di socializzazione, coesione sociale, svago e cultura. Cinque giorni in cui oltre a momenti di relax, si terranno dibattiti, mostre e spettacoli. Si può partecipare contattando la sede Spi più vicina nella zona di Milano.

Il 13 settembre è la volta della festa di LiberEtà organizzata dallo Spi del Friuli Venezia Giulia. L’evento si terrà nello specifico a Pordenone, al Centro Sportivo “Armando Lupieri” di Villanova di Pordenone. Si tratta della dodicesima edizione della festa e di un evento che lo Spi regionale torna a organizzare dopo due anni di stop dovuto alla pandemia. Il ritorno della Festa di LiberEtà regionale segna anche la piena ripresa delle attività in un momento particolarmente difficile per l’economia e per tutte le persone, alle prese con caro bollette, precarietà, inflazione e calo del potere d’acquisto.

La festa inizierà alle 10.15 con alcune scene satiriche sui servizi sanitari in Fvg (con Maurizio Zacchigna e Roberta Colacino, a cura di Sabrina Morena, tecnico Carlo Visintini). Alle 11 poi ci sarà il saluto di Giuliana Pigozzo, segretaria comprensoriale dello Spi Cgil Pordenone, a seguire gli interventi di Roberto Treu, segretario regionale Spi Fvg, e di Stefano Landini, segretario nazionale Spi Cgil. Coordina l’incontro Maria Belle, responsabile regionale LiberEtà. Alle 12 ci sarà la premiazione dei Liberattivi, gli attivisti che si sono distinti nella diffusione del giornale. Dopo il pranzo, nel primo pomeriggio seguirà la proiezione dei cortometraggi “Spi Stories”, finalisti al premio nazionale LiberEtà di quest’anno. A seguire, l’intrattenimento musicale.

Il 16 settembre sarà la volta di Verona dove, a una settimana dalla chiamata alle urne, il dibattito riguarderà le prossime elezioni e si discuterà con il segretario generale Ivan Pedretti di cosa chiedono pensionati e pensionate alla politica e al prossimo governo. Durante la festa sarà presentato anche il libro vincitore dell’edizione 2022 del premio letterario di LiberEtà “il volo del pettirosso”, scritto dal veronese Alvise Fretti. La festa si concluderà con un momento conviviale e intrattenimento musicale.