Lavoro, pace e solidarietà. Il nuovo numero di maggio di LiberEtà

0
547

Il numero di maggio di LiberEtà (clicca qui per l’anteprima) si apre ancora una volta con la guerra in Ucraina, con un reportage sul dramma dei profughi. Il conflitto, che dura ormai da febbraio, ci ricorda le altre guerre in corso: milioni di persone sono stritolate da conflitti che provocano morti e sofferenze da troppi anni.

Maggio è il mese della Festa del Lavoro e dei lavoratori: ne abbiamo parlato analizzandone le crescenti disuguaglianze, la precarietà e le difficoltà. Sul tema sanità, un approfondimento sulle risorse messe a disposizione dal PNRR e i possibili investimenti per le regioni. Il 23 maggio ricorre il trentesimo anniversario della strage di Capaci: abbiamo chiesto una riflessione al senatore Pietro Grasso. L’ex procuratore nazionale antimafia è in libreria con un libro dedicato al suo amico Giovanni Falcone.

Nella sezione interviste abbiamo incontrato Antonello Dose e Marco Presta, i conduttori de “Il ruggito del coniglio”, il programma radiofonico di Radio Due che da anni è il più ascoltato in Italia nella sua fascia oraria. Paola Salvadori, vincitrice dell’edizione 2021 del premio letterario di LiberEtà, racconta come è nato il suo romanzo “Imperfetto futuro”.

Tra le pagine utili parliamo di dichiarazione dei redditi, di tecnologia e del misterioso metaverso, e anche di specie animali che minacciano la biodiversità, di come trattare i calcoli biliari e dell’importante funzione dell’acqua nella nostra vita.