La retromarcia su Roma: ecco il contro anniversario degli antifascisti

0
184

Un cartello di organizzazioni, tra cui Spi Cgil e Arci, dal 22 al 28 ottobre ripercorrerà al contrario i luoghi della Marcia del ‘22, camminando a piedi da Roma ad Assisi. Molti gli ospiti e gli eventi in programma nella capitale e nella città umbra. 

Cento anni dopo la marcia su Roma, un cartello di organizzazioni antifasciste – tra cui spiccano Arci e Spi Cgil – ripercorrerà i luoghi della marcia del ‘22. Badate bene, i luoghi saranno gli stessi, ma percorsi tutto al contrario.

Sarà una controstoria di un anniversario: La Retromarcia su Roma si svolgerà a piedi da Roma ad Assisi dal 22 al 28 ottobre, nei luoghi di “quella tragica e farsesca pagina della storia”, per celebrare l’”invece” che non c’è stato. Con i colori della fantasia e della bellezza che sono stati imbrattati di nero e violenza.

“Sarà un viaggio leggero, attento e informato. Ma tutto al contrario – spiegano gli organizzatori – . Anche a misura di bambini. Con il linguaggio dell’arte, dell’incanto, della meraviglia e della vita che regala opportunità straordinarie, per ribaltare un anniversario e stupire. Una scelta antifascista e di pace dalla parte della felicità, che unisce giovani e meno giovani, futuro e memoria”.

L’abilità, l’arte, l’ingegno, le facoltà dell’uomo che sa immaginare per scoprire che la prestanza fisica può essere acrobazia e bellezza e non sopraffazione e minaccia, che più che imporre si può sedurre, invece che dettare volontà si può ascoltare, meglio che intimidire si può proporre. Per non ripetere due volte le stesse follie.

Il clou della Retromarcia su Roma si terrà all’Anfiteatro Alessandrino, nel cuore della periferia romana, il 28 ottobre 2022, esattamente cento anni dopo la calata delle camicie nere su Roma. Con la partecipazione, tra gli altri, di: Têtes de Bois, Alessandro Mannarino, El Grito Circo contemporaneo all’antica, Andrea Calabretta, Andrea Farnetani, Ascanio Celestini, Alessandra Vanzi, Valentina Carnelutti, Marino Sinibaldi, Miguel Gotor, Marco Delogu, Giulio Cederna, Mohamed Keitha e Fabio Magnasciutti, gli alunni dell’Istituto Mazzini con il Prof. Enrico Castelli Gattinara. Per l’occasione sarà installato il celebre Palco a Pedali dove il pubblico si alternerà sulle 100 biciclette per illuminare e amplificare musica, visioni, letture, acrobazie, rievocazioni storiche.

Ma la Retromarcia non si limiterà solo al 28 ottobre: sarà affiancata da una camminata di nove giorni, in rigorosa controtendenza, da Roma ad Assisi, luogo simbolo di pace. I ‘camminatori’, coordinati da Paolo Piacentini, presidente onorario Federtrek, partiranno da Roma il 22 ottobre per percorre 196 chilometri.

L’evento-spettacolo finale avverrà presso “La Cittadella” di Assisi, domenica 30 ottobre alle ore 16 con lo spettacolo “La Fisarmonica verde” di e con Andrea Satta, con Angelo Pelini al piano, per la regia di Ulderico Pesce. La storia bellissima di un ragazzo sardo di Gallura (Gavino, il papà di Andrea) che si salvò da un campo di concentramento nazista con la complicità di una fisarmonica.

Ad anticipare la Retromarcia la presentazione del film La marcia su Roma, con il regista Mark Cousins, il 20 ottobre a Modena nella rassegna Italia che non si vede promossa da Ucca. Qui il programma completo de La Retromarcia su Roma: https://www.arci.it/la-retromarcia-su-roma/.

La Retromarcia su Roma è un progetto promosso da: Comune di Roma Assessorato alla Cultura, Associazione Culturale Têtes de Bois, Teatro Biblioteca Quarticciolo in collaborazione con Regione Lazio – Lazio Innova | ATCL | Comune di Monterotondo |”Fondazione Culturale I.C.M.”| Slow Food Italia| ”La Cittadella” Assisi| Associazione Culturale Pediatri | Arci| SPI CGIL| Bio-Distretto Via Amerina | Ciclogenitori | Associazione Genitori Arcobaleno di Voci | Istituto Giuseppe Mazzini, Roma | Teatro Verde | Teatro di Villa Pamphilj