Inps, per accedere servirà lo Spid

0
16726

Dal 1° ottobre cambia il sistema per accedere al sito dell’Inps. La novità riguarda tutti i pensionati italiani e tutti coloro che accedono regolarmente ai servizi previdenziali tramite sito web con il proprio pin. A cambiare è proprio il sistema di accesso. Dal 1° ottobre infatti il pin non sarà più sufficiente per utilizzare i servizi previdenziali on line. Al suo posto occorrerà dotarsi di Spid, il Sistema pubblico di identità digitale che, oltre ai servizi dell’Inps, permetterà ai cittadini di accedere anche ai servizi on line della Pubblica Amministrazione.

Dunque chi volesse fare richiesta di un nuovo pin Inps, perché finora non ne ha mai posseduto uno, può attivare direttamente lo Spid. Chi invece è già in possesso di un pin, andrà incontro a una fase transitoria di cui però non si conoscono ancora precisamente i dettagli. Ma vi aggiorneremo puntualmente sulle modalità attraverso cui l’Inps consentirà il passaggio dal pin allo Spid, fino a quando tutti i pin rilasciati dall’istituto diventeranno inattivi.

Il pin dispositivo dell’Inps invece sarà mantenuto per gli utenti che non possono avere accesso alle credenziali Spid, come i minori di diciotto anni, le persone che non hanno documenti di identità italiana o le persone soggette a tutela, curatela o amministrazione di sostegno, e per i soli servizi loro dedicati.

Per chi intanto volesse attivare direttamente lo Spid o volesse chiarirsi le idee su cos’è e come funziona, può consultare le informazioni messe a disposizione sul sito del Governo: www.spid.gov.it/