Il giorno della libertà. Il numero di aprile di LiberEtà

0
951
L'illustrazione della copertina è stata realizzata da Alice Milani per la tessera dell'Anpi 2023. Si rigraziano l'artista e l'associazione partigiani per averne concesso l'uso a LiberEtà

Il numero di aprile di LiberEtà si apre con un editoriale del direttore, Giuseppe Mennella, per ricordare la strage di migranti avvenuta lo scorso 26 febbraio a Cutro (clicca qui per l’anteprima). Dietro tragedie come quella non c’è fatalità, ma responsabilità anche di natura politica, davanti alle quali è inevitabile il richiamo ai valori di solidarietà, umanità, uguaglianza, cioè i valori della Costituzione. Abbiamo deciso di celebrarla la nostra Carta repubblicana riportando uno stralcio del monologo che Roberto Benigni ha recitato sul palco dell’Ariston alla presenza del Capo dello Stato Sergio Mattarella.

In questo mese ricorre il giorno della Liberazione: tante pagine del numero sono dedicate a questa data simbolo. Come le riflessioni di Teresa “Anuska” Vergalli, oggi novantaseienne, che a 16 anni decise di fare la staffetta partigiana e oggi sente forte il dolore della guerra che è tornata nel nostro continente. Ma i conflitti che si stanno combattendo sono decine: come possiamo ridare senso e sentimento all’idea di un’Europa unita in cui le identità complesse convivono in pace?

Una lunga fotogallery traccia i momenti più salienti del XXI Congresso dello Spi Cgil a Verona.

Parliamo ancora di sanità e di autonomia differenziata, con un approfondimento sulla carenza di medici di base e sulle possibili disuguaglianze che l’approvazione del disegno di legge sull’autonomia differenziata può comportare.

Povertà e crisi energetica: quali sono le strategie di contenimento da mettere in atto? Un focus sull’esperienza pilota di riutilizzo di beni confiscati alla criminalità di Spino d’Adda, in provincia di Cremona, con lo Spi e la Cgil tra gli organizzatori.

Storie di amicizia e solidarietà nella nuova rubrica dedicata al cinema italiano: si chiama Pagine blu e vi accompagnerà da qui ai prossimi numeri.

Nelle immancabili pagine utili parliamo del progetto del Mit di Boston, la tuta che sperimenta la vecchiaia, delle generazioni di naviganti (boomer, millennial, generazione X e Z) e di come si rapportano al web e ai social. Nella rubrica Buono a sapersi scopriamo cosa sono i cookies; tra le pagine verdi parliamo di energie rinnovabili e di come per la prima volta hanno prodotto più elettricità del gas nell’UE, e di Enzeb il primo gioco da tavolo il cui obiettivo per vincere è di raggiungere il massimo di efficienza energetica di un condominio. E ancora i consigli di viaggio alle Gole del Nera, in provincia di Terni, i rimedi alla calvizie, i consigli sulle cotture migliori dei cibi e sui livelli di sale da portare in tavola.

L’abbonamento a LiberEtà costa 15 euro. Per un anno intero puoi leggere la rivista sia in formato cartaceo che digitale. Per abbonarti alla rivista clicca qui.