Il coraggio delle donne. Il nuovo numero di LiberEtà di novembre

0
325

Il numero di novembre di LiberEtà (clicca qui per l’anteprima) si apre con il via libera – finalmente – alla legge delega sulla non autosufficienza ed è dedicato alla giornata internazionale contro la violenza di genere. Raccontiamo il 25 novembre partendo dalla storia di “Anna” che coraggiosamente ha denunciato e si è ribellata alla gelosia morbosa del marito. Con la prima dirigente dell’anticrimine, Marina Contino, analizziamo il funzionamento della rete di prevenzione e gli strumenti a disposizione delle vittime e degli uomini maltrattanti per essere recuperati prima di commettere reato. Di donne parliamo raccontando anche l’Iran, attraverso le parole di “Raha”, una ragazza fuggita da Teheran, e “Donne, vita, libertà” la più grande protesta per i diritti e contro la violenza finora mai vista a livello globale.

Assieme a Immacolata Postiglione, vicecapo del dipartimento di protezione civile, discutiamo di ambiente e di dissesto idrogeologico, per comprendere come mettere i nostri territori in sicurezza.

Precarietà, impieghi poveri e troppi ostacoli nella ricerca di un’occupazione: secondo un’inchiesta della fondazione Di Vittorio sono oltre nove milioni i cittadini che vivono una situazione di disagio lavorativo. Sul piano internazionale con Simone Pieranni, esperto di Cina, disegniamo un ritratto il più possibile oggettivo di Xi Jinping, riconfermato presidente della Repubblica. E ancora gli anni Settanta descritti dallo storico Miguel Gotor come «il decennio più lungo del secolo breve».

Tra le pagine utili il bonus una tantum di 150 euro per pensionati e lavoratori, una lista di suggerimenti per affrontare i rincari, notizie dal mondo digitale con gli accorgimenti da utilizzare nei confronti, ad esempio, delle criptovalute e i consigli per allenare il cervello a restare giovane.

Clicca qui e abbonati a Liberetà!