Tempo di ghirlande

0
943

Si può cogliere l’occasione delle feste di Natale per coinvolgere i più piccoli nella realizzazione di ghirlande naturali. Allora tutti a raccogliere rami, pigne, bacche rosse come quelle della rosa canina, evitando quelle di agrifoglio e pungitopo che sono specie protette. Cosa accade?

Nell’orto

In Luna crescente iniziare a raccogliere i cavolfiori già pronti e i cavoli da broccolo. Seminare in semenzai protetti radicchio da taglio, fave e piselli. Raccogliere nelle belle giornate le ultime foglie delle officinali per il consumo e i cardi. Piantare in Luna calante i bulbi di aglio e cipolla e mettere a dimora in semenzai protetti lattughe e valerianella. Si raccolgono per la conservazione i cavolfiori. Lavorare il terreno, ma solo se non è bagnato.

In giardino

È tempo, Luna crescente, di trapiantare le viole e gli iberis a fioritura primaverile. Piantare i viburni. Portare gradatamente in casa l’albero di Natale perché si abitui alle temperature dell’interno. Piantumare nuovi alberi e cespugli in giornate soleggiate e non rigide. Sulla costa si possono mettere ancora a dimora i cespugli frangivento come pittosporo e tamerice. Proteggere le rose ancora in fiore con il tessuto non tessuto. Con la Luna calante vangare intorno alle rose e agli arbusti a fioritura precoce. Trapiantare le talee attecchite senza irrigarle per evitare che l’apparato radicale geli.