“Ci prendiamo cura di te”: il servizio di Cgil, Caaf Inca e Spi

0
476

Non tutto si può risolvere con un semplice click o tramite una App. Richiedere la pensione di reversibilità a seguito di un lutto un famiglia, ad esempio, può risultare complicato per alcuni, proprio perché si tratta di uno degli eventi della vita più difficili da affrontare. Ogni persona ha esigenze differenti, situazioni personali diverse e non tutti sono a conoscenza dei propri diritti. Da qui la proposta del progetto di CGIL, INCA, CAAF e SPI: una campagna ad hoc dedicata ad uno degli eventi più dolorosi della vita: la perdita di un coniuge, di una mamma, di un papà, un nonno o una nonna. L’INPS, nell’ambito dei progetti di innovazione digitale, ha avviato lo scorso luglio una fase sperimentale relativa alla presentazione on line della domanda di pensione di reversibilità, contattando direttamente i coniugi superstiti e proponendo loro di presentare la domanda precompilata messa a disposizione in MyINPS.

È da qui che nasce “Ci prendiamo cura di te”: un servizio di informazione sui diritti anche frutto della contrattazione sociale territoriale, un ascolto attivo dei bisogni, una consulenza e un orientamento verso gli uffici competenti, appositamente predisposti anche per la compilazione della modulistica necessaria. Si tratta di un sostegno concreto agli anziani e alle famiglie in difficoltà per motivi economici, sociali o in caso di convivenza con persone non autosufficienti. CGIL INCA CAAF e SPI si adoperano insieme affinché ogni diritto e ogni tutela possibili siano garantiti. Il Patronato INCA, dal verificarsi del decesso, fornisce assistenza con gli enti pensionistici, per l’inoltro della richiesta di pensione di reversibilità al coniuge superstite e per la riscossione dei ratei maturati e non riscossi spettanti agli eredi. Il CAAF assiste per svolgere le pratiche di successione, dal verificarsi del decesso del familiare, informando su diritti ereditari, diritto di abitazione o di rinuncia all’eredità, predisponendo la dichiarazione da presentare entro 12 mesi dall’evento.

Per avere tutte le informazioni vi consigliamo di cercare la sede Cgil più vicina cliccando qui.