Ci avete rotto le tasche. Il 15 dicembre i pensionati Cgil scendono in piazza contro le politiche del governo Meloni

0
304

“Ci avete rotto le tasche” è lo slogan scelto dai pensionati Cgil per la manifestazione nazionale che li vedrà scendere in piazza il prossimo venerdì 15 dicembre a Roma. Una manifestazione nazionale per bocciare le politiche messe in campo dal governo Meloni e rilanciare le richieste del sindacato.
L’appuntamento prenderà il via alle 9.30 in piazza Santi Apostoli con i dialoghi di Gabriele Cohen e Ziad Trabelsi, un incontro di musica ebraica e araba all’insegna della pace. Seguiranno le testimonianze di delegati e delegate su pensioni, sanità, assistenza sociale e non autosufficienza. Sul palco anche la voce di una giovane donna contro la violenza di genere.

«La  manovra 2024 è l’ennesima dimostrazione del fatto che il governo Meloni prende in giro gli italiani – dichiarano dallo Spi Cgil – volevano cambiare la Fornero, l’hanno inasprita; promettevano risorse, continuano a taglieggiare chi paga le tasse; davanti a un’inflazione senza precedenti hanno fatto un’operazione ridicola con un “aumento” delle pensioni di 9,8 euro lordi medi, più o meno 7 euro netti. Le donne sono penalizzate, chi fa un lavoro usurante è penalizzato, chi non è penalizzato, invece, è chi evade. Nel frattempo non c’è traccia di misure che possano dare risposte alle nuove generazioni: i giovani hanno diritto a un lavoro stabile e ben pagato. È il lavoro di qualità che rende sostenibile il sistema».

A concludere la manifestazione saranno gli interventi di Ivan Pedretti, segretario generale dello Spi Cgil e di Maurizio Landini, segretario generale della confederazione.

«Il governo tratta i pensionati come un bancomat», attacca poi il sindacato aggiungendo che la manifestazione nazionale del 15 dicembre «è da considerarsi solo l’inizio di un lungo percorso di mobilitazione».

Leggi qui per approfondire la posizione dello Spi Cgil sulla manovra 2024