Cercatori di pace, 38° Premio Pieve: dal 15 al 18 settembre 2022

0
113

Giunto alla sua trentottesima edizione il premio quest’anno ha un forte richiamo all’attualità e al conflitto che da tanti mesi stiamo vivendo

“Cercatori di pace” è il titolo della trentottesima edizione del premio Pieve Saverio Tutino, che si terrà a Pieve Santo Stefano, in Toscana, dal 15 al 18 settembre 2022. “In un mondo dove si sta radicando di nuovo la malapianta di una guerra, sentiamo il bisogno di mettere in risalto scritti autobiografici che rievochino impegni personali in azioni per la pace, in mezzo a tempeste belliche di ogni genere.”

È il passaggio cruciale dell’editoriale con cui Saverio Tutino apriva l’ottavo numero della rivista “Primapersona. Percorsi autobiografici” edita dall’archivio dei diari nel giugno 2002. Ed è quanto mai attuale il filo conduttore di questa edizione del premio nel nostro periodo storico e nei difficili mesi che stiamo vivendo. Otto sono le opere finaliste: si tratta di storie di persone comuni che saranno al centro di incontri, dibattiti, spettacoli e dei premi Tutino Giornalista e Città del diario. Nelle pagine dei diaristi e delle diariste c’è il racconto di chi ha vissuto le grandi guerre del Novecento, di chi ha soccorso i bisognosi coinvolti nei conflitti più recenti, in tutto il mondo, ma anche di chi è fuggito da quei conflitti in cerca di salvezza, proprio come testimoniano i diari che raccontano le storie dei migranti, quest’ultime sempre più numerose grazie alla raccolta di diari di migranti del progetto DIMMI di Storie Migranti, che quest’anno compie 10 anni di vita. Ognuna di queste storie non contiene “semplici” proclami contro la guerra, ma racconta il ripudio della guerra e l’approdo agli ideali di pace attraverso l’esperienza del singolo e la sua trasformazione interiore. È ciò che le rende esemplari. E persuasive.

A ricevere il premio Città del diario quest’anno sarà Andrea Riccardi, fondatore della comunità di Sant’Egidio, nel corso delle “Memorie in piazza”, la manifestazione conclusiva che csi terrà domenica 18 settembre e durante la quale, come da tradizione, sarà rivelato al pubblico il nome del diario vincitore del concorso di quest’anno. Durante la quattro giorni l’organizzazione proporrà incontri e dibattiti sui temi dell’archivistica e dell’autobiografia, della storia e della memoria. Saranno poi presentati libri germogliati dalla raccolta diaristica e ospitate esibizioni artistiche di grande prestigio.

Ricordiamo che anche i racconti che partecipano ai nostri Premi letterari vengono conservati nell’archivio diaristico di Pieve.

Per scoprire tutto il programma cliccate qui.