Bookciak, azione! Sofia abbraccia il mondo, il corto ispirato al romanzo Imperfetto futuro, contro lo stigma della malattia mentale

0
98

Un pomeriggio all’insegna del cinema, della letteratura e dedicato al tema del disagio mentale. Allo spazio Scena di Roma, il 21 novembre si è tenuta la proiezione dei due cortometraggi liberamente ispirati al romanzo vincitore dell’edizione 2021 del premio letterario LiberEtà dal titolo Imperfetto Futuro – LiberEtà edizioni – e già presentati alla Mostra del Cinema di Venezia 2022. All’iniziativa era presenti anche Paola Salvadori, autrice del racconto vincitore.

Clicca qui per acquistare il romanzo Imperfetto Futuro

Il corto sperimentale di tre minuti dal titolo Sofia abbraccia il mondo, liberamente ispirato al romanzo, è stato realizzato interamente dagli utenti del Centro diurno di salute mentale Antonino di Giorgio di Roma, coadiuvati dagli operatori, da esperti nella scrittura di sceneggiature, registi insieme agli psicologi e alle psicologhe del centro diurno. Il laboratorio di cinema del Centro diurno, condotto da Pietro Salemme James Franco, operatori psicologi della Coop sociale Aelle il Punto che opera in convenzione con ASL Roma 1, si è realizzato grazie alla collaborazione del regista Tino Franco e dello sceneggiatore Matteo Martone tramite le Associazioni Culturali Nel Blu Studios” e Space Off” con cui dal 2018 porta avanti un progetto di alfabetizzazione cinematografica che ha dato luogo recentemente alla realizzazione del docufilm Percepire l’invisibile.

Un lavoro che ha coinvolto gli utenti del centro per un anno interno, in un processo creativo che ha permesso loro di sperimentare nuovi linguaggi creativi (dalla fotografia al disegno, dal collage al materiale di repertorio) a partire dalla lettura di un testo. Il corto proiettato ha vinto la sezione speciale LiberaMente, la nuova sezione speciale del Premio Bookciak, Azione! – evento di preapertura delle Giornate degli Autori alla Mostra di Venezia

Le riflessioni e le testimonianze dei protagonisti sono state intervallate dalla lettura di brani del romanzo letti dall’attrice Ludovica Bove.

In chiusura di serata la proiezione de Il periodo, l’altro bookciak liberamente tratto da imperfetto futuro e vincitore dell’altra sezione speciale del premio, Memory Ciak 2022, realizzato da Giulia Di Maggio, Ambra Lupini e Sara Maffi, in collaborazione col Premio Zavattini, Spi Cgil e LiberEtà.

Sfoglia il nostro catalogo libri