Biblioteche di prossimità per combattere la solitudine

0
293
Foto di Janko Ferlic da Pexels

Biblioteche di prossimità per le aree interne. Nascono in Toscana, per avvicinare i libri a chi vive lontano dalla città, in piccoli centri che hanno subito e continuano a subire l’impatto devastante di un crescente spopolamento. Il progetto si chiama “C’è un libro per te. A casa in buona compagnia”. L’idea è venuta al sindacato dei pensionati della Cgil che ha inaugurato pochi giorni fa le prime cinque biblioteche, messe in rete da un efficiente sistema di prenotazione on line degno di una grande biblioteca cittadina.

Più di 2000 volumi distribuiti tra Montepulciano, San Marcello Pistoiese, Pontremoli. Ma ci sono anche le sedi dello Spi Cgil di Pistoia e Marina di Carrara, anche se non si trovano in aree interne. Qui infatti c’era già a disposizione un ricco catalogo di volumi e così si è deciso di aggregarlo al nascente sistema bibliotecario.

L’obiettivo è consentire soprattutto ai più anziani, sempre più isolati, di leggere anche laddove non c’è una biblioteca ma nemmeno una libreria. “Il progetto nasce dalla convinzione che attraverso la cultura si possa riacquistare fiducia nel futuro e di conseguenza si possa uscire dalla drammatica situazione che la società intera sta attraversando, che ha fatto esplodere non solo emergenze sanitarie e lavorative, ma anche la solitudine di tante donne e uomini, soprattutto anziani”, dicono dallo Spi Cgil Toscana.

Nel catalogo delle cinque biblioteche ci sono libri di narrativa, poesia, biografie, ma anche saggi e guide. LiberEtà ha aderito con i propri libri, nell’ambito più generale del suo progetto La biblioteca lega.

La app, realizzata con il supporto di Tabloid società cooperativa, con cui si può prenotare un libro direttamente on line, è stata pensata per essere utilizzata anche da chi non ha troppa dimestichezza con la tecnologia. Il catalogo delle cinque biblioteche è consultabile a questo link: https://biblioteca.spicgiltoscana.it/

E per chi non può recarsi di persona in biblioteca a scegliere il libro da prendere in prestito, lo Spi Cgil sta mettendo a punto una rete che permetterà di consegnare a casa i libri presenti nel catalogo.

Per ricevere informazioni lo Spi Toscana ha messo a disposizione anche un indirizzo di posta elettronica: biblioteca@spicgiltoscana.it