mercoledì 29 Maggio 2024
Home News Truffe: uno spettacolo per imparare a difendersi

Truffe: uno spettacolo per imparare a difendersi

0
Truffe: uno spettacolo per imparare a difendersi

Come ci si può difendere dalle truffe? In provincia di Parma è possibile impararlo anche grazie allo spettacolo teatrale “Truffati – Raggiri, inganni e altre catastrofi”, curato da Antonietta Centoducati. L’appuntamento è per il 7 febbraio, ore 14,30 presso il circolo anziani “Ivo Vespini” di Sala Baganza (Piazza Gramsci 7).

«Non si tratta del primo appuntamento – precisa Paolo Bartoletti, segretario generale dello Spi Cgil di Parma – perché su questo tema l’impegno dei promotori dell’iniziativa, parlo di noi, della Federconsumatori e dell’Auser, e della collaborazione dei carabinieri, dura da più di due anni. Sulle truffe e sui raggiri abbiamo promosso diciassette incontri con i cittadini e cinque rappresentazioni dello spettacolo che il 7 febbraio si terrà a Sala Baganza ma che ha già toccato le città di Sorbolo, Fidenza, Parma e Anghirano».

Per fornire agli spettatori informazioni più dettagliate sul tema delle truffe, alla rappresentazione che si tiene presso il circolo anziani “Ivo Vespini” saranno presenti anche i rappresentanti di Federconsumatori, il Capitano Giuseppe Sepe, Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Salsomaggiore, il Comandante della Polizia Locale dell’Unione Pedemontana Franco Drigani, il segretario generale SPI CGIL Paolo Bertoletti e il Sindaco Aldo Spina.

A Sala Baganza, sull’argomento non si parte certo da zero: le vittime di truffe e raggiri possono infatti rivolgersi allo Sportello di Federconsumatori, aperto presso il Comune ogni primo e terzo lunedì del mese, e al servizio “Mai da Soli”, istituito presso l’ufficio URP (l’Ufficio per le relazioni con il pubblico) per chi è rimasto vittima di un reato.

«Quello delle truffe – ricorda Bartoletti – è un tema attuale ma anche complicato. Il teatro rende tutto più semplice coinvolgendo lo spettatore soprattutto dal punto di vista emotivo. Aiuta a mettere in guardia le persone su un argomento così sentito ma sappiamo che non basta perché occorre un impegno quotidiano. Quello che ogni giorno cerchiamo di fare»