Trasferimento dati. Sincronizziamo gli smartphone

0
586

Passare le informazioni dal vecchio telefono a quello nuovo a volte può risultare complicato. Vediamo come fare e quali sistemi possiamo utilizzare.

1. Per gli iPhone, che adottano il sistema operativo iOS basta sfruttare il servizio iCloud, gratuito fino a 5 gigabyte ed espandibile fino a 2 terabyte a un costo massimo di 9,99 euro al mese, che permette di salvare l’intero contenuto del dispositivo su un hard disk on-line. Oltre a fornire copie di sicurezza, questo sistema permette di passare i dati da un dispositivo a un altro con un semplice download (o sincronizzazione) al momento della configurazione del nuovo iPhone.

2. Per gli smartphone con sistema Android il metodo più semplice per tenere sincronizzati file e cartelle tra due dispositivi è sfruttare Google Drive. È spesso già presente sui cellulari, ma è anche scaricabile e aggiornabile. Una volta installato Google Drive e associati i dispositivi con lo stesso account Google, aprire l’applicazione e fare clic in basso a destra sul pulsante a forma di +, così da poter selezionare la cartella e i file da sincronizzare con il cloud. Ovviamente, per poter tenere le cartelle aggiornate si dovrà ogni volta aprire la cartella o i file e sincronizzarli sul cloud. Per la sincronizzazione automatica delle cartelle si può usare l’applicazione gratuita Autosync Google Drive.

3. Per gli smartphone Samsung di ultima generazione c’è l’applicazione Samsung Smart Switch Mobile, mentre per gli Huawei c’è Huawei Share. Anche Xiaomi dispone di un servizio di trasferimento file tra i dispositivi, chiamato Mi Drop. Tutti sono già presenti sugli smartphone.

4. È anche possibile passare da Android a iOS e viceversa, usando l’app Move to iOS, per trasferire i dati sul nuovo iPhone, oppure sfruttando i servizi di Google Drive, perfettamente funzionanti su entrambi i sistemi.