lunedì 27 Maggio 2024
Home News dal Territorio Spi Cgil Puglia. Dagli anziani mille alberi per il futuro

Spi Cgil Puglia. Dagli anziani mille alberi per il futuro

0
Spi Cgil Puglia. Dagli anziani mille alberi per il futuro

Per contrastare i cambiamenti climatici in atto ed evitare disastri ambientali che possono portare a conseguenze drammatiche per l’umanità, ognuno è chiamato a fare la sua parte. A Trani, nell’ambito della Festa nazionale di LiberEtà dal titolo “Stare bene, stare insieme”, lo Spi Cgil Puglia ha comiciato dando il via al progetto “Piantiamo il futuro”.

«Nei prossimi 6 mesiha annunciato il segretario regionale dello Spi Puglia Gianni Forte – piantemo 1000 alberi in tutto il territorio regionale. Mille alberi occupano complessivamente una una superficie complessiva di oltre quattroettari. Si punterà sui cortili delle scuole e delle case di riposo, così da coinvolgere gli studenti che diverranno custodi delle piante messe a dimora insieme agli anziani».

I primi sei ulivi sono stati piantati questa mattina a Villa Costamacchia, sede affidata dal Comune all’Auser locale, ediventata un importante centro di attività sociale per la città, dove giovani e anziani svolgono le loro attività fianco fianco, ormai da anni.

Alla cerimonia di piantumazione dei sei ulivi erano presenti il sindaco di Trani Amedeo Bottaro, il presidete nazionale Auser Enzo Costa e il segretario Generale Spi Cgil Ivan Pedretti.

«Lo slogan della festa nazionale del mensile dello Spi Cgil – ha ricordato Pedretti – che quest’anno teniamo a Trani, significa anche che per stare bene dobbiamo impegnarci a cambiare le nostre abitudini, dall’alimentazione all’uso degli oggetti. Se ognuno farà la sua parte quotidianamente, insieme potremo raggiungere grandi traguardi anche sul versante per la tutela dell’ambiente».

Gli ulivi verranno messi a dimora da studenti e anziani nei cortili delle scuole e nelle case di riposo e sono stati sceltiperché presidio identitario dei pugliesi, di integrazione fra le comunità del Mediterraneo e simbolo di pace. Rimpolperanno, perché immuni, il patrimonio messo alla prova dalla violenta aggressione di xylella. L’ulivo, infine, è annoverato inoltre tra le piante che contribuiscono meglio alla mitigazione dei cambiamenti climatici”.

I costi della campagna saranno sostenuti, attraverso una sottoscrizione, dagli oltre centomila iscritti allo Spi in Puglia. Ai sostenitori sarà distribuita una borraccia metallica, con cui tante persone potranno ridurre l’uso della plastica,.