giovedì 18 Aprile 2024
Home Premio LiberEtà Trani, al via la Festa nazionale di LiberEtà

Trani, al via la Festa nazionale di LiberEtà

0
Trani, al via la Festa nazionale di LiberEtà

Eventi, incontri, spettacoli e ospiti prestigiosi. È con questo ricco programma che lo Spi Cgil darà il via alla ventunesima edizione della Festa nazionale di LiberEtà dal titolo “Stare bene, stare insieme”, che si tiene dal 2 al 3 ottobre a Trani. LiberEtà intanto si prepara a premiare i vincitori del Premio Letterario, giunto alla sua ventunesima edizione, e quelli del concorso di cortometraggi Spi Stories quest’anno dedicato proprio al clima. Tema all’ordine del giorno per tutti i governi del mondo e che nei giorni scorsi, con la Week for future, la settimana dedicata al clima, è stata caratterizzata da scioperi e iniziative dei giovani di Greta, ma anche il summit Onu e le iniziative della Cgil: 2400 eventi in oltre 115 paesi e 1000 città per far sentire la sua pressione sui potenti della Terra.

Il giorno dopo, 3 ottobre, invece sarà la volta dei Liberattivi: i diffusori di LiberEtà, che ogni anno ci sostengono e contribuiscono ad aumentare il numero dei nostri abbonati in tutta Italia, verranno premiati in piazza della Quercia.

I finalisti 
I finalisti sono tre sia per il Premio Letterario che per Spi Stories. Ave Govi, con il racconto “Le vite di Emma”, Nunzio Mainieri con “A voce alta” e Liliana Salvatori con “Non ho mai bevuto Coca Cola” sono i finalisti del concorso di scrittura al quale quest’anno hanno partecipato in circa cinquanta da tutta Italia. Storie di vita, di lotta, di passione politica, di impegno civile che anno dopo anno arricchiscono i nostri scaffali e quelli dell’Archivio diaristico nazionale di Pieve Santo Stefano che, sin dalla nascita del nostro concorso Letterario, accoglie tutti i racconti che partecipano al premio. Poi ci sono i cortometraggi: quest’anno in più di seicento, da tutto il mondo, hanno partecipato al nostro concorso dedicato a un tema sensibile come quello dei cambiamenti climatici. I finalisti sono Katy Egely, dall’Ungheria, con il cortometraggi di animazione “Euphoria”, il francese Gonzague Legout con “Scream” e, infine, “The river” di Yuri Pirondi e Ines Von Bonhorst. Dei corti selezionati e dell’alta partecipazione, dovuta anche al tema che abbiamo scelto per il nostro concorso, ne abbiamo parlato anche su Radio Articolo 1.

Il programma della Festa
La Festa si aprirà il 2 ottobre alle ore 12 alla Biblioteca comunale “Gianni Bovio” per i saluti alla città, cui parteciperanno il sindaco di Trani Amedeo Bottaro, Gianni Forte, segretario generale Spi Cgil Puglia e Ivan Pedretti, segretario generale Spi Cgil nazionale.
Si proseguirà nel pomeriggio, alle ore 17, con i Premi LiberEtà 2019 presso il Cinema Impero. La premiazione, condotta da Neri Marcorè, vedrà fra gli altri la partecipazione di Phaim Bhuiyan, interprete e regista del film Bangla, Natalia Cangi, Direttrice dell’Archivio diaristico nazionale di Pieve S. Stefano, lo sceneggiatore Salvatore De Mola e Antonio Massarutto, docente dell’Università di Udine. Qui il programma completo dei Premi e la presentazione dei lavori finalisti.
La giornata si concluderà alle ore 21 in Piazza Quercia con lo spettacolo di Neri Marcorè “Le mie canzoni altrui“.
Il 3 ottobre l’appuntamento è per le ore 16 in Piazza Quercia, dove il Segretario generale dello Spi Cgil nazionale Ivan Pedretti e il Segretario generale della Cgil Maurizio Landini parteciperanno a un’assemblea pubblica con pensionati e ospiti da tutta Italia. All’assemblea interverranno Danila Chiapperini, una giovane imprenditrice fondatrice di ApuliaKundi, Roberto Covolo, assessore del Comune di Brindisi, Marco Corrias, sindaco di Fluminimaggiore (Carbonia-Iglesias), Peppe Pagano, Vice presidente di Nuova Cooperazione Organizzata e Maria Giovanna Vicarelli, docente all’Università Politecnica delle Marche. Il dibattito sarà moderato da Giorgio Nardinocchi, direttore di LiberEtà.
A seguire verranno premiati in piazza i Liberattivi.
La sera del 3 ottobre, alle ore 21, la band Municipale Balcanica concluderà la due giorni con un concerto in cui il rock, il jazz e la musica balcan si mescolano in un’imprevedibile e poetica visione musicale.

Sul sito dello Spi, il programma dettagliato della Festa