martedì 21 Maggio 2024
Home News Premi di scrittura di LiberEtà. Si riparte

Premi di scrittura di LiberEtà. Si riparte

0
Premi di scrittura di LiberEtà. Si riparte

Si sono aperte le iscrizioni alle nuove edizioni dei premi di scrittura di LiberEtà 2021-22.

Il premio Letterario LiberEtà giunge alla sua ventiquattresima edizione. Promosso in collaborazione con l’Archivio diaristico di Pieve Santo Stefano, il premio rinnova anno dopo anno una gloriosa tradizione, quella di far raccontare storie di impegno civile e politico a tante donne e uomini che decidono di condividere vite, esperienze, sogni, battaglie e ideali.

Il premio Guido Rossa è giunto alla sua terza edizione, istituito da LiberEtà insieme allo Spi Cgil con l’obiettivo di raccogliere storie, a cavallo degli anni Sessanta-Settanta, in forma di racconti scritti o a fumetti, per provare poi a tracciare il profilo di una memoria collettiva narrata dai testimoni diretti.

La scadenza per entrambi i concorsi è fissata al 31 dicembre del 2021.

I vincitori della precedente edizione del Premio letterario invece verranno proclamati a Roma entro la fine di novembre. I tre finalisti sono Gian Filippo Della Croce, con il “romanzo industriale” Il cannone sepolto; Paola Salvadori con Imperfetto futuro, diario di un’adolescente dei giorni nostri; Giuseppe Tadolini con Alla scuola serale erano tutti stanchi, sulla guerra tra partigiani e nazifascisti e sugli strascichi che questo conflitto ebbe anche nei primi anni del dopoguerra.

Anche il vincitore del Premio Guido Rossa 2021 verrà annunciato in autunno nel corso dell’iniziativa promossa da LiberEtà. I partecipanti sono: Dinorah Atlante, Guido Burgio, Bruno Campovecchi, Franco Catellani, Lorenzino Collesei, Eugenio Vittorio Donise, Gianni Franceschini, Mirna Migliorini, Mario Patruno, Giuseppe Savoldi, Miriam Stagni, Leopoldo Stefanutti, Vincenzo Vecchione. Le storie di quest’anno sono quelle di ex operaie e operai alle prese con l’inquinamento prodotto dalla loro azienda, di sindacalisti impegnati in trattative e lotte per l’emancipazione delle lavoratrici e dei lavoratori, di scienziati in conflitto con le baronie degli istituti di ricerca, di esponenti delle forze dell’ordine alle prese con le proteste sociali e c’è anche chi ha scelto di raccontare quegli anni usando il linguaggio del fumetto.

Qui tutte le informazioni su come partecipare al Premio Letterario 2021-22. 

Qui quelle relative al Premio Guido Rossa 2021-22.