Lo scippo. Ecco il numero di gennaio 2023 di LiberEtà

0
566

Il titolo scelto per la prima copertina del 2023 è “Lo scippo” (clicca qui per l’anteprima) e il riferimento è ovviamente a quanto la legge di bilancio del governo di destra ha sottratto ai pensionati: tre miliardi e seicento milioni soltanto per l’anno in corso. Nelle pagine di apertura trovate un’analisi approfondita di quanto accaduto alla rivalutazione delle pensioni dal 2011 a oggi.
In tema di sanità parliamo dell’annoso problema delle liste di attesa che mettono a rischio le condizioni di salute di migliaia di persone e della mancanza di medici e infermieri, una difficoltà che unisce l’Italia da nord a sud.
Assieme a Stefano Landini, segretario organizzativo del sindacato dei pensionati Cgil abbiamo discusso del congresso nazionale che si terrà a febbraio nella città di Verona: abbiamo ripercorso le tappe più importanti che dall’ultimo congresso di Torino ci hanno portato oggi ai congressi di lega e provinciali.
“Addio Italia Bella” è il titolo del servizio dedicato all’immigrazione e ai giovani italiani costretti a partire verso l’estero alla ricerca di un lavoro.
Torniamo a parlare di autonomia differenziata e di come potrebbe trasformarsi in un big bang delle disuguaglianze.
Nella sezione delle interviste abbiamo incontrato la madre italiana dell’intelligenza artificiale, la professoressa Luigia Carlucci Aiello.
E ancora tra le pagine utili scriviamo di ambiente e clima, del mercato tutelato dell’energia, di auto elettriche, di energie alternative e dell’acqua, alimento essenziale per la vita di tutti.

Prima di lasciarvi vi ricordiamo che l’abbonamento annuale a LibereEtà costa 15 euro. Per un anno intero potrete leggere il giornale sia nella versione cartacea che in quella digitale. Per abbonarvi cliccate qui!

Buona lettura e buon 2023!