mercoledì 24 Luglio 2024
Home Questo Mese LiberEtà settembre 2018

LiberEtà settembre 2018

0
LiberEtà settembre 2018

La tecnologia può migliorare fattivamente la vita delle persone, anziani in primis? ovvero: la tecnologia può avere uno sviluppo “sociale”? Ce lo chiediamo in questo nuovo numero di LiberEtà dedicato proprio a una riflessione su tecnologia e diseguaglianze sociali. Lo facciamo innanzitutto esplorando una delle invenzioni più significative nel panorama della robotica mondiale: iCub, un robot costruito all’Istituto italiano di tecnologia di Genova. Analizziamo poi che impatto possa avere la tecnologia su innovazione ed equità sociale, sul divario geografico e generazionale e sull’aumento delle diseguaglianze.
A seguire, l’impatto della tecnologia sulle cure mediche. Abbiamo intervistato Amedeo Cesta, capo ricerca sull’intelligenza artificiale presso il Cnr.

E quali riflessi ha la tecnologia sul lavoro? Ne parliamo con un approfondimento sull’industria 4.0. Come potranno i lavoratori essere coinvolti nel nuovo modello produttivo nelle industrie tecnologicamente avanzate? Senza partecipazione non c’è innovazione ma solo sistemi più sofisticati di sfruttamento.

E poi il tema pensioni. Ai giovani chi ci pensa? I problemi sul tappeto non sono solo i vitalizi dei parlamentari. La confusione è molta. Per questo la Cgil ha chiamato a discutere parlamentari di tutte le forze. Su LiberEtà facciamo il punto sui tempi in campo e le possibili soluzioni per dare risposta ai pensionati, ai lavoratori e ai giovani.

A seguire un’anticipazione del bel reportage di Angelo Ferracuti e Giovanni Marrozzini: un fotografo e uno scrittore sono andati nelle zone del terremoto del Centro Italia per raccontare un’Italia nascosta di cui ormai più nessuno parla. Il loro viaggio è diventato un libro, “Gli spaesati”, che LiberEtà ha pubblicato insieme alla Casa editrice Ediesse.  Tante storie sommerse dalle macerie, tante famiglie e tante vite fatte a pezzi di persone che però resistono, da spaesati, appunto. Tanta speranza e voglia di ricominciare. Un’epica minore che tocca il cuore, con la parola e con l’immagine. Sul sito pubblichiamo la bella prefazione di Franco Arminio. 

Ci sono poi i campi della legalità, che si avviano a conclusione. Esperienze antimafia che lo Spi Cgil ogni anno conduce con Libera e Arci su tutto il territorio nazionale. E c’è poi la realtà, immensa, dei beni confiscati. E’ proprio su questi beni che ogni anno si tengono i campi e i laboratori antimafia. E ci sono beni che hanno una storia davvero particolare che vale la pena raccontare, come Villa Celestina a Bologna, una volta proprietà di un imprenditore siciliano, ora destinata a ospitare persone che vivono in condizioni di povertà.  Dall’illegalità all’edilizia sociale.

A seguire un focus sul prossimo congresso dei pensionati Cgil che si terrà a Torino dal 9 all’11 gennaio. Il titolo è eloquente: “Qui si fa il futuro”. Sì, perché la maggioranza degli iscritti allo Spi appartiene a una generazione che il futuro l’ha fatto per davvero, essendo stata protagonista delle grandi conquiste dell’Italia del Novecento. E ora si va avanti. E si guarda al futuro. Ci sono sfide importanti da affrontare come l’invecchiamento della popolazione, la condizione di vita degli anziani, il rapporto con le giovani generazioni, la difesa e il potenziamento dello stato sociale attraverso la contrattazione, l’integrazione di chi arriva in Italia per farsi una nuova vita, il governo dell’innovazione tecnologica. E molto altro. Il sindacato dei pensionati vuole essere protagonista di queste sfide.

E ancora, le iniziative dei pensionati Cgil sul territorio: dall’apertura di una nuova sede Spi nella periferia di Roma alle iniziative dei pensionati pugliesi che con il loro Carosello da due anni animano le piazze estive. Ma c’è anche la legge sull’invecchiamento attivo approvata dalla Regione Basilicata proprio anche grazie all’impegno dello Spi.

Infine, le pagine utili con tanti consigli sui consumi. Spreco alimentare, reddito di inclusione, diritto alla privacy, frodi e raggiri e molto altro ancora. Ma ci sono anche i consigli per mangiare bene e quelli per usare correttamente le essenze che sempre più spesso troviamo in vendita non solo nelle erboristerie ma ormai anche nei supermercati.
In chiusura, il nuovo oroscopo del mese, i consigli per gli orti e i giardini e qualche ricetta per l’estate che finisce.