La via maestra Insieme per la Costituzione. Il 7 ottobre in piazza a Roma

0
474

“La via maestra. Insieme per la Costituzione”. Per i diritti, l’istruzione, i salari, l’ambiente, la democrazia, la salute, la pace e il lavoro, per la difesa dei beni comuni. Sono oltre cento mila le persone attese in piazza San Giovanni per la manifestazione che la Cgil insieme a più di cento associazioni (qui l’elenco in continuo aggiornamento) ha indetto per il prossimo 7 ottobre a Roma. E “Uniti siamo una forza” è lo slogan scelto dal Sincadato pensionati della Cgil che sfilerà nel corteo previsto da piazza della Repubblica.

“L’Italia dovrebbe essere una Repubblica democratica fondata sul lavoro, un diritto riconosciuto a tutte e tutti, pagato in maniera adeguata, senza discriminazioni tra donne e uomini. Questo stabilisce la Costituzione. La realtà, però, è l’esatto opposto: il lavoro è povero, nero, sottopagato. E soprattutto non è un diritto garantito” questo si legge in una nota dello Spi e il segretario Ivan Pedretti sottolinea come il lavoro non sia «l’unico diritto fondamentale sancito dalla Costituzione e ancora disatteso: l’uguaglianza di tutte le persone, la tutela dei diritti civili e sociali restano sulla Carta, mentre le azioni del governo si muovono spesso in direzione opposta. Dalla salute alla scuola, dal fisco alla giustizia sociale e ambientale il nostro Paese sta dimenticando l’interesse generale della collettività. Per questo abbiamo bisogno di ripartire dai contenuti della Costituzione nata dalla Resistenza. Siamo pronti ad essere radicali nelle lotte se il governo non risponderà alle necessità delle persone, in primis sulla sanità pubblica. Scenderemo in piazza, convinti delle nostre ragioni e sempre più uniti».

Appuntamento quindi sabato 7 ottobre: due i cortei che partiranno, uno da piazza della Repubblica (Termini) e uno da piazzale dei Partigiani (Ostiense) con concentramento alle ore 13.00. La partenza dei due cortei è prevista per le ore 13.45. Dal palco in piazza a San Giovanni si alterneranno vari interventi fino all’ultimo, conclusivo, di Maurizio Landini, segretario generale della Cgil, previsto per le ore 17.15.

Leggi il volantino

Leggi l’appello per la manifestazione