In quattro scuole di Parma, le app in aiuto dei ragazzi con disabilità

0
1084

Ha speso la sua vita di sindacalista cercando di risolvere i problemi concreti di tante persone in difficoltà. Adesso, alla figura di Paolo Cordero, scomparso un anno fa all’età di 62 anni, Spi Cgil, Cgil, Anmic e Cepdi hanno dedicato un progetto di aiuto per gli studenti con disabilità.

Nelle prossime settimane, in quattro istituti scolastici di Parma, i promotori dell’iniziativa attiveranno l’abbonamento alla piattaforma on-line HelpKidzLearn che da anni promuove e sperimenta servizi innovativi per favorire lo sviluppo di una vita autonoma nelle persone con disabilità.

Grazie ai programmi applicativi creati da HelpKidzLearn, i ragazzi con disabilità, anche gravi, potranno accedere a esercitazioni individuali e personalizzate; avranno la possibilità di colorare, muovere personaggi, acquisire abilità connesse al linguaggio, stabilire connessioni causa-effetto, migliorare le loro conoscenze utili nella vita di tutti i giorni.

Una volta scaricate su tablet, le app potranno essere usate anche off-line. L’attività di formazione per insegnanti ed educatori verrà fornita dal Cepdi.

“Vogliamo ricordare Paolo con concretezza – ha detto il segretario dello Spi Cgil di Parma Paolo Bertoletti nel corso della presentazione dell’iniziativa tenuta presso la Camera del lavoro di Parma – quella che lui ha sempre messo nel suo impegno sindacale, indirizzato in particolare agli ultimi di questa società, alle persone che più hanno bisogno, come i disabili. Il suo impegno per i diritti è sempre stato costante, attento e importante”.

“Dovendo scegliere come onorarlo – ha affermato Massimo Bussandri, segretario generale della Cgil – abbiamo pensato che il modo migliore fosse farlo con un progetto dedicato alle persone con disabilità, alle quali Carlo ha dedicato negli ultimi anni tutta sua attenzione”.