Siamo tutti pedoni. Al via la campagna per la sicurezza degli utenti deboli della strada

0
1118

Riparte per l’ottavo anno consecutivo Siamo Tutti Pedoni, la campagna nazionale per la sicurezza degli utenti deboli della strada, promossa dal Centro Antartide di Bologna insieme a Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil grazie a una rete di centinaia di aderenti in tutta Italia.

Il sito della campagna

Facebook/ Siamo tutti Pedoni

Al centro di questa edizione il tema della strada come spazio condiviso in cui ciascun utente (automobilista, scooterista, ciclista e pedone) deve imparare a guardare la strada come luogo del rispetto degli altri e delle regole, con l’idea che accanto alle misure normative e urbanistiche comunque decisive, per costruire città più a misura di persona, siano fondamentali attività di formazione ripetute e continue, che mettano in condizione pedoni e automobilisti di affrontare le strade con consapevolezza, rispetto e prudenza.

Ogni anno perdono la vita quasi 600 pedoni e sono 20.000 quelli che restano feriti sulle strade italiane. Il 2015 ha tra l’altro registrato un nuovo aumento arrivando a 602 pedoni morti. La maggior parte degli incidenti coinvolgono gli anziani, e avvengono nei mesi da novembre a marzo a causa della ridotta visibilità. Per questo, in questi primi giorni di autunno riparte la campagna nazionale “Siamo tutti pedoni” per la sicurezza degli utenti deboli della strada.

Tanto resta ancora da fare e Siamo Tutti Pedoni arriva nelle principali città italiane, da Udine a Catania, da Bologna a Napoli, con un insieme di eventi, attività formative e materiali di comunicazione che si rivolgono a tutta la cittadinanza: il taglio, come sempre, è leggero, e alterna testi informativi a messaggi di testimonial del mondo della cultura e vignette delle principali matite italiane, con l’idea di far riflettere autisti e pedoni ma anche ciclisti e scooteristi con il sorriso.

La campagna raccoglie testi di approfondimento e illustrazioni e vignette di Mencherini, Gomboli, Guerrini, i fumetti di Julia e Diabolik, e i contributi di Sergio Dondolini (Direttore Generale Sicurezza Stradale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti), Ivan Pedretti(segretario Sindacato Pensionati Italiani, SPI-Cgil), Ermenegildo Bonfanti (segretario Federazione Nazionale Pensionati, Fnp-Cisl), Romano Bellissima (segretario dell’ Unione Italiana Lavoratori Pensionati, Uilp-Uil), gli interventi di sicurmoto.it e le infografiche estratte dai dati ISTAT sulla sicurezza stradale.

Siamo Tutti Pedoni 2016 insiste in particolare sul tema dell’educazione permanente degli utenti della strada per  migliorare le condizioni di sicurezza del camminare. A tale scopo sono stati realizzati alcuni spot video disponibili sul sito www.siamotuttipedoni.it che saranno la base degli interventi didattici,  rivolti in particolare alla popolazione anziana e che saranno promossi a livello nazionale.

La campagna si integra infatti con il lavoro del Tavolo nazionale ESPERTOver65 promosso dalla Direzione Sicurezza Stradale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti insieme al Centro Antartide e che vede la partecipazione dei Sindacati  Pensionati CGIL, CISL e UIL e di altre istituzioni ed enti nazionali, regionali e locali.
Siamo Tutti Pedoni è promossa da una vasta rete di istituzioni, associazioni e aziende con il patrocinio del Senato della Repubblica, della Camera dei Deputati, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Ministero della Salute, Conferenza delle Regioni e delle Provincie Autonome, ANCI, Regione Emilia-Romagna e Osservatorio per l’Educazione alla Sicurezza Stradale della Regione Emilia-Romagna. La campagna è promossa dal Centro Antartide di Bologna con la collaborazione dei sindacati pensionati Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil.