Terremoto, allarme sciacallaggio: si fingono addetti comunali per derubare gli anziani

0
1088

Migliaia i messaggi sui social per mettere in guardia quante più persone possibile. Attenzione ai finti dipendenti comunali.A Roma, nelle zone del Tiburtino, Casilino, Salario e dei Castelli Romani ma anche in Abruzzo tra Pescara e Montesilvano. A lanciare l’allarme sono direttamente i Comuni con i loro rispettivi sindaci a seguito delle numerosissime segnalazioni da parte dei cittadini.

Gli sciacalli del terremoto sono tornati a mietere vittime ma questa volta spostando il loro campo d’azione dal luogo della tragedia alle zone limitrofe del sisma. L’idea è tanto diabolica quanto pertinente. Fingono di essere dei dipendenti comunali incaricati di controllare lo stato dell’abitazione post- terremoto. Si presentano con un falso tesserino e con la scusa di verificare l’agibilità della struttura riescono ad entrare in casa. Una volta all’interno, la casa viene completamente svaligiata. Le vittime designate, neanche a dirlo, sono le persone più anziane.

Social e sciacallaggio

Sono decine di migliaia i messaggi sui social network, in particolar modo su Facebook, che da un lato raccontano della visita non gradita di questi sciacalli e dall’altro mettono in guardia da questa nuova pratica criminale. Lo stesso comune di Pescara come quello di Montesilvano hanno deciso di diramare la notizia sulla loro pagina ufficiale chiedendo la più ampia divulgazione da parte dei cittadini. Appello, in questo caso, raccolto con oltre 5 mila condivisioni in meno di un giorno.