Rivalutazione pensioni. Arriva la sentenza della Consulta

0
1101

La Consulta ha appena dato il via libera al bonus sulle perequazioni pensionistiche, ovvero il meccanismo Poletti che aveva restituito solo in parte gli adeguamenti delle pensioni all’inflazione, congelati dalla legge Fornero.

La Corte Costituzionale ha respinto i rilievi di incostituzionalità poiché ha ritenuto che il bonus abbia realizzato un bilanciamento non irragionevole tra i diritti dei pensionati e le esigenze della finanza pubblica. Resta aperto il problema di definire al più presto un nuovo sistema di rivalutazione che sostenga il potere d’acquisto dei pensionati. A chiederlo immediatamente sono i pensionati della Cgil che prendono atto della sentenza ma si chiedono quando verrà realmente affrontato il problema dei redditi dei pensionati, che in questi anni hanno perso potere d’acquisto e non sono mai stati adeguatamente rivalutati.

Il segretario generale dello Spi Cgil Ivan Pedretti ha sottolineato dalla sua pagina Facebook come “resti l’amaro in bocca perché i pensionati si sono visti sottrarre delle risorse che tra l’altro sono finite nel debito pubblico anziché essere utilizzate per aiutare i giovani”. Lo Spi dunque preme affinché venga affrontato quanto prima il nodo del sistema di rivalutazione e quello, altrettanto importante, del carico fiscale che è più pesante per i pensionati rispetto ai lavoratori.