giovedì 18 Aprile 2024
Home Gratis per i nostri lettori Io marinaro. Pdf gratuito

Io marinaro. Pdf gratuito

Descrizione

Scarica gratuitamente il pdf 


«A mare non ci sono male annate, non si raccoglie una volta l’anno, non si devono coltivare i pesci. La marina di Mazara è una miniera d’oro» racconta lo zio e il giovane nipote decide di rovesciare il destino di  burgisi”, i braccianti siciliani che avevano comprato la terra dai feudatari. A quindici anni diventa marinaio. Puzza di pesce, nafta e libertà. Di scioperare, innamorarsi e di essere tradito. Dalle coste siciliane a  quelle africane passando per le più pericolose coste tunisine, la vita degli emigranti del mare raccontata senza pudori.

Petru, quindicenne al primo imbarco, si sente chiedere dall’armatore: «E tu a chi appartieni?». «A zio Battista», risponde. Ma da quel giorno avrebbe di certo risposto: «Al mare». Il mare è molto esigente, i cantastorie lo rappresentano ammaliante e cattivo. E gli approdi sono isole viste dal largo, senza retroterra: solo banchine e angiporti. Mazara gli diventa una terra sempre più estranea. L’ultimo imbarco, non programmato, è per pagare le rate del nuovo scooter al figlio, scrive Petru. Ma non è vero, non credeteci. Anche Ulisse, pur vecchio e vittorioso, ripartì da Itaca.

Giuseppe Casadio, Presidente del Premio letterario LiberEtà

Informazioni aggiuntive

Autore

Mario Foderà

Pagine

216

- Advertisement -