Donne protagoniste. L’8 marzo ricordando la Costituzione

0
485
8 marzo Madri Costituenti

di Lucia Rossi *

Questo è l’anno del settantesimo anniversario della Costituzione e noi vogliamo ricordare il ruolo delle ventuno donne che parteciparono alla sua stesura. Erano donne di valore, coraggio e intelligenza che riuscirono a far capire, in primo luogo agli uomini, l’importanza di inserire la donna nei processi democratici, come elemento fondamentale di sviluppo per il paese. Questo messaggio di cambiamento è ancora attuale. Per rispondere alle sfide in esso contenute bisogna passare dal dire al fare. Come abbiamo detto all’assemblea delle donne Spi Cgil di qualche mese fa: «Concrete e determinate» in tutte le cose, con passione, giustizia, generosità, rispetto della verità. E, ancora, capaci di mettere al centro il valore dello stare insieme. Le donne sono tutto questo e molto altro ancora.

Il 10 marzo 1946 in Italia si svolsero le prime elezioni amministrative dopo la caduta del fascismo. E per la prima volta le donne andarono alle urne in 436 Comuni. Il risultato era già stato raggiunto il 31 gennaio 1945 quando fu emesso il decreto legislativo che sanciva il suffragio universale. Questo risultato e questa consapevolezza avevano alle spalle la stagione del protagonismo delle donne nella Resistenza. Dopo l’8 settembre molte manifestarono una presa di coscienza politica condividendola con i compagni nelle formazioni partigiane. Dall’Udi e da Noi Donne arrivava l’invito a essere protagoniste del futuro e dell’Italia, a governare e amministrare le comunità locali; a essere promotrici di quegli organismi indispensabili per l’assistenza, l’istruzione, il lavoro.

Sarà poi la Carta costituzionale a sancire la parità con gli uomini e a porre l’accento sui diritti conquistati dopo lotte, sofferenze e umiliazioni. Per questo siamo grate alle ventuno donne che rappresentano ancora per tante di noi un punto di riferimento. Perché le donne da quel momento sono finalmente entrate a pieno titolo nella cittadinanza sociale e politica.

*segretaria nazionale Spi Cgil

Leggi lo speciale dedicato alle donne