Buono. Pulito. Giusto. È così che si immagina il futuro Carlo Petrini, fondatore di Slow Food che nel numero di maggio di LiberEtà ci racconta le sue idee per cambiare il mondo. Tra gli altri temi la nostra proposta di una pensione di garanzia per i giovani, i nostri progetti per le periferie e l’esperienza di Roma. Ancora, la storia del giro d’Italia, il post terremoto del centro Italia, il conto corrente base per i pensionati e, infine, il nostro impegno contro le mafie. Sì, perché anche quest’anno saremo in campo per la legalità.