Pet therapy. Gli animali che curano

0
146
pet therapy

Sempre più spesso si sente parlare di pet therapy. Ma di che si tratta? La “terapia con animali domestici” consiste, secondo il ministero della Salute, in «una serie complessa di utilizzi del rapporto uomo-animale in campo medico e psicologico».

Attraverso il contatto con un animale, bambini con particolari problemi, anziani, alcune categorie di malati e di disabili fisici e psichici riescono a soddisfare determinati bisogni e a recuperare abilità perdute. Diversi sono gli animali in grado di apportare benefici: il cavallo, ad esempio, viene considerato uno dei principali aiuti in soggetti affetti da autismo; il cane è molto utile in terapie legate alla difficoltà di socializzazione e di apprendimento, e anche con pazienti affetti da Alzheimer o come aiuto contro la depressione. Per gli anziani, le persone sole e con problemi relazionali, uno degli animali ideali è, invece, il gatto che aiuta a combattere ansia e stress.

Molto validi sono anche asino, coniglio, tartaruga, criceto, mucca, capra. Insomma, a ciascuno il suo “terapista”.