anziani_giovani

Pubblicato il 12 mag 2017

Liguria. Iniziativa Spi Cgil nelle case di riposo: servizi previdenziali, e non solo, per gli ospiti delle residenze

Il progetto promosso dal Coordinamento donne e dal dipartimento previdenza Spi Cgil Genova e Liguria. Patrizia Vistori:« «Molto spesso i pensionati e le pensionate non sono a conoscenza di tutti i benefici che sarebbe loro diritto avere: alcune provvidenze, ad esempio, sono erogate dall’Inps solo su richiesta. Sono quelli che chiamiamo diritti inespressi e che vogliamo portare nelle residenze per gli anziani genovesi e liguri».

 

Aprire le porte delle case di riposo per evitare che si trasformino in un mondo di dimenticati, non è solo necessario ma è anche possibile.  Con questo intento il Coordinamento nazionale donne Spi Cgil ha avviato nel marzo scorso la campagna “Insieme, nelle case di riposo”.  Da allora, tante iniziative si stanno concretizzando in ogni regione. A Genova, ad esempio, grazie anche alla sensibilità di operatori e responsabili, il Coordinamento donne e il dipartimento Spi Cgil di Genova e Liguria forniranno servizi previdenziali, e non solo, agli anziani ospiti in due strutture del capoluogo ligure.

Ogni quindici giorni, gli attivisti delle leghe Spi Cgil Bassa Val Bisagno e Centro storico saranno a disposizione, all’interno delle due case di riposo, per il controllo del reddito da pensione o per avviare, in caso di necessità, l’iter per l’accesso ai servizi sociali per le ospiti e gli ospiti delle residenze per anziani. Dall’assegno al nucleo familiare, alla quattordicesima mensilità, agli assegni familiari al figlio invalido, sino all’integrazione al minimo, maggiorazione sociale, detrazioni, invalidità civile, aggravamento, cambio indirizzo Banca/Poste, informazioni generali sui servizi sociali e sulla figura dell’amministratore di sostegno.

«Molto spesso – ricorda Patrizia Vistori, responsabile del coordinamento donne Spi Cgil Genova e Liguria – i pensionati e le pensionate non sono a conoscenza di tutti i benefici che sarebbe loro diritto avere: alcune provvidenze, ad esempio, sono erogate dall’Inps solo su richiesta. Sono quelli che chiamiamo diritti inespressi e che vogliamo portare nelle residenze per gli anziani genovesi e liguri. Volontari e le volontarie dello Spi Cgil metteranno a disposizione degli ospiti delle residenze per anziani la loro lunga esperienza in questo settore, offrendo anche informazioni su altri temi di interesse, come per esempio le pensioni di invalidità».

Non solo tutele, però. L’obiettivo è, soprattutto, creare una relazione con gli ospiti delle case di riposo, costruire insieme a loro iniziative, affrontare problemi e criticità, oltre a tutelare i loro diritti di pensionati.

«Vogliamo unire – precisa Vistori – la consulenza tecnica al rapporto umano con gli ospiti, favorendo anche iniziative di relazione, partendo dalla comune condizione di “anziano”. Ma – aggiunge infine – siamo a disposizione anche dei familiari e degli amministratori di sostegno per tutte le informazioni utili a promuovere la qualità della vita nelle residenze».

Condividi sui social network

    Ricevi notizie simili via email

    * indicates required
    Leggi Liberetà ogni mese a casa tua